rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Coronavirus

A Milano ci sono (lunghe) code davanti alle farmacie per fare tamponi

Prenotare un tampone rapido contro il covid in vista delle feste è diventato quasi impossibile. Ecco cosa sta succedendo

Code infinite fuori dalle farmacie per un tampone. È un copione fotocopia che si ripete in quasi tutte le farmacie di Milano e hinterland che effettuano test rapidi per il covid (un antigienico che fornisce una risposta nel giro di 10-15 minuti, 15 euro, ndr). E no, non sono tutti novax che hanno bisogno di green pass: sono persone che hanno qualche sintomo riconducibile al coronavirus, contatti stretti o chi ha incrociato un positivo e vuole avere una certezza in più prima di incontrare amici e parenti.

Prenotare un tampone rapido è diventato pressoché impossibile: le strutture che abbiamo contattato ci hanno invitato a metterci in coda senza un appuntamento perché fissare un'agenda dettagliata è diventata un'impresa titanica. Non è più facile trovare posto - sempre privatamente - per un tampone molecolare: ci abbiamo provato questa mattina e il primo appuntamento che siamo riusciti a recuperare è stato per martedì 4 gennaio. Decisamente troppo tardi per qualsiasi veglione, pranzo di Natale o festa di capodanno.

Cosa fare quindi davanti alle file interminabili? Una soluzione potrebbe essere il contestato tampone fai-da-te. Inaffidabile, soprattutto se eseguito da mani non esperte, ma meglio di niente. Fino a qualche giorno fa i test si trovavano sugli scaffali di farmacie e supermercati a circa cinque euro l'uno, adesso sembrano diventati merce rara. Le vendite si sono impennate passando da qualche decina al giorno a centinaia. Introvabili e anche assolutamente non validi per il tracciamento delle autorità sanitarie: per confermare il risultato serve un test eseguito da un laboratorio.

Video: immagini girate fuori dalla farmacia di Piazza Liberazione a Rho

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano ci sono (lunghe) code davanti alle farmacie per fare tamponi

MilanoToday è in caricamento