menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantieri fermi per il Coronavirus, il comune paga le imprese: "Così loro pagano gli operai"

La decisione di palazzo Marino: lavori pagati alle imprese anche se i cantieri sono fermi

Un circolo virtuoso: il comune paga le aziende e quelle stesse aziende pagano i lavoratori. Palazzo Marino - ha fatto sapere il comune - "ha deciso di consentire il pagamento immediato dei lavori effettivamente eseguiti al momento del fermo a sostegno delle imprese che stavano eseguendo lavori pubblici sul territorio di Milano, sospesi secondo i provvedimenti adottati a livello nazionale e regionale per contenere l'espandersi della pandemia in corso". 

Questa misura ha carattere di eccezionalità - si legge in una nota del comune - "e modifica i capitolati vigenti; su richiesta dell'impresa infatti, sarà possibile effettuare il pagamento di ogni importo dovuto anche prima del decorso dei quarantacinque giorni dalla sospensione dei lavori". 

"Per contenere la diffusione del Covid-19 sono stati emanati da Governo e Regione alcuni provvedimenti che hanno disposto l'interruzione di tutti i cantieri ad eccezione di quelli relativi alla realizzazione e manutenzione di strutture sanitarie e di protezione civile, alla manutenzione della rete stradale, autostradale, ferroviaria, del trasporto pubblico locale, nonché di quelli relativi alla realizzazione, manutenzione e funzionamento di altri servizi essenziali o per motivi di urgenza o sicurezza", ricostruire l'amministrazione. "Per questo - sottolineano dal comune - anche a Milano è stato necessario fermare oltre duecento cantieri pubblici riguardanti l’attuazione di progetti di riqualificazione, ristrutturazione di immobili strumentali ai servizi comunali, di edifici storico-artistici, biblioteche, scuole, immobili di edilizia residenziale pubblica, nonché interventi afferenti infrastrutture viabilistiche e del trasporto, arredo e verde pubblico".

"Vogliamo venire incontro alle imprese che stavano operando a Milano - dichiara Marco Granelli, assessore ai Lavori pubblici - affinché a loro volta possano procedere al pagamento di operai e fornitori. Il nostro auspicio è che la ripresa dei lavori pubblici avvenga il più presto possibile ma fin da ora è importante sostenere le imprese e la loro operatività, il lavoro e soprattutto le famiglie in un momento di grave difficoltà. Con i nuovi provvedimenti di questi giorni e l'auspicata disponibilità sul mercato di mascherine e altri dispositivi di sicurezza e prevenzione contiamo che nelle prossime settimane possano riprendere alcuni lavori in condizioni di sicurezza e atte a prevenire il contagio".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento