rotate-mobile
Coronavirus

Come in primavera: delivery di Esselunga "assaltato" a Milano per il lockdown, tutto pieno

Lunghissime attese e slot tutte occupate per la consegna della spesa. Va un po' meglio con gli altri supermercati

Nonostante non ci sia alcuna chiusura dei supermercati, e, anche se si è in zona rossa, sia possibile senza problema andarci, come nella scorsa primavera comincia a essere molto difficile farsi consegnare la spesa a casa.

Esselunga già da qualche giorno, a Milano, ha completamente saturato gli slot di consegna. Impossibile trovare una fascia oraria libera almeno fino alla fine della prossima settimana. Bisogna essere tra i primissimi all'"apertura" dei nuovi slot per prenotarsi: ma con migliaia di utenti in attesa è un'impresa. L'azienda, come nel primo lockdown, ha fatto sapere di aver potenziato il servizio e di poter garantire più consegne dalle prossime ore, ma la situazione è congestionata. 

Situazione stabile anche per Pam e Eataly, che non hanno, per ora, lunghi tempi d'attesta. "Ingorghi", invece, cominciano a crearsi con Carrefour: anche qui bisogna aspettare almeno 6 giorni prima di trovare uno spazio libero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come in primavera: delivery di Esselunga "assaltato" a Milano per il lockdown, tutto pieno

MilanoToday è in caricamento