Domenica, 17 Ottobre 2021
Coronavirus

Il consigliere milanese che esulta per i cortei no green pass su Facebook (dopo gli scontri)

Post a favore dei no green pass sul profilo di Luigi Bragonzi, poi diventato privato

Post di gioia per le piazze no green pass, che mai come questo fine settimana hanno mostrato il loro volto violento con gli scontri fuori dalla Centrale a Milano e con un'infinita guerriglia urbana a Roma, con tanto di assalto alla Cgil.

La firma, social, è quella di Luigi Bragonzi, appena eletto come consigliere al municipio 2 di Milano con 118 voti tra le fila della Lega. Venerdì, alla vigilia dell'ormai solito corteo dei contrari alla certificazione verde, l'esponente del Carroccio aveva scritto sui social: "Quando le cose non vanno come previsto, passare dal Green Pass al manganello è un attimo. Dite di no? Ne riparliamo sabato in manifestazione...". E poi sabato, dopo gli scontri e i tafferugli sotto la Madonnina e nella Capitale, un nuovo post di approvazione: "E anche oggi a Milano e a Roma ci si è battuti in difesa dei diritti dei cittadini, vaccinati e non!!!". 

Poco dopo il profilo Facebook di Bragonzi è diventato privato, ma sul suo Instagram c'è ancora qualche traccia - evidente - di posizioni apertamente no green pass. Un esempio? Lo scorso 16 settembre ha riscritto, a modo suo, l'articolo 1 della Costituzione italiana, trasformando la Penisola in una "repubblica fondata sul green pass", la cui "sovranità appartiene al governo, che la esercita come gli pare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere milanese che esulta per i cortei no green pass su Facebook (dopo gli scontri)

MilanoToday è in caricamento