Secondo uno studio il coronavirus avrebbe infettato il 10% tra studenti e prof della Statale

È emerso da uno studio coordinato da Carlo La Vecchia, professore di statistica medica

Immagine repertorio

Il 10% tra studenti e personale dell'Università degli Studi di Milano sarebbe stato contagiato. Il condizionale è d'obbligo, ma il risultato è il frutto di una indagine epidemiologica coordinata da Carlo La Vecchia, professore di statistica medica dell'ateneo di via Festa del Perdono.

Lo studio e i risultati

In 14 mila fra studenti e personale (circa il 21% della popolazione universitaria) sono stati arruolati per un breve sondaggio - anonimo alla fonte - condotto nel periodo tra il 14 e il 30 aprile. Il questionario includeva una serie di domande sui sintomi correlati a Covid-19 nelle 3 settimane precedenti. Il periodo complessivamente coperto dallo studio va quindi dal 24 marzo al 30 aprile. Ipotizzando che solo la metà dei sintomi segnalati sia riconducibile a Covid-19, spiegano gli autori, "la nostra indagine conferma che circa il 10% della nostra comunità accademica sarebbe stata affetta" dalla malattia.

Anche se non rappresentativi della popolazione generale, spiegano i ricercatori che hanno lavorato all'indagine, "questi dati confermano pertanto che, anche ignorando i casi asintomatici, Covid-19 ha colpito una parte sostanziale della comunità accademica in marzo e aprile, ampiamente superiore rispetto ai casi registrati". Nel periodo preso in esame 217 persone hanno eseguito almeno un tampone. Di queste, 46 erano risultate positive (21,3% di quelli eseguiti, 0,3% del complesso dei rispondenti).

E i risultati sembrano andare in questa direzione. Almeno nell'ambito della comunità che popola l'ateneo. Quanto alla prevalenza di sintomi simil-Covid, nel periodo dal 24 marzo al 30 aprile ne ha riportati il 21,8% dei partecipanti al sondaggio (3.138 persone), e l'1,5% (219 persone) ha segnalato febbre superiore a 38,5° C. La frequenza di chi ha riferito sintomi era simile in donne e uomini, leggermente più alta nei giovani (in larga parte studenti), nei fumatori e nei soggetti sovrappeso, elencano i ricercatori. La giovane età della maggioranza della popolazione indagata, fanno notare, suggerisce che "una proporzione rilevante di tali sintomi possa essere attribuita a Covid-19, e non a patologie croniche eventualmente associate a tali sintomi principalmente nei soggetti più anziani. Inoltre, sia l'influenza stagionale che molte altre virosi sono poco frequenti a fine marzo-aprile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia, parte dei sintomi riferiti può essere legata ad altre condizioni (virali) non specifiche. Dall'altro lato è possibile, in ogni caso, che una parte delle sintomatologie - e la maggioranza degli episodi di febbre superiore a 38.5° C - sia dovuta a Covid. L'indagine ha fotografato anche un minor rischio relativo di sintomi moderati-gravi nelle donne, tipico di Covid. E' noto che le donne hanno una minor frequenza di queste forme più intense. E il dato rilevato in Statale, dicono gli esperti, conferma indirettamente che una proporzione rilevante di sintomi riportati sono da attribuire a Covid. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento