rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Coronavirus

Lockdown, tornano i controlli delle forze dell'ordine

All'inizio l'obiettivo sarà quello di spiegare ai cittadini che cosa si può fare e che cosa no. Massimo rigore per chi è in quarantena e viene sorpreso fuori casa

Con il lockdown in Lombardia a partire da venerdì 6 novembre, e per almeno 15 giorni, tornano le autocertificazioni e i controlli dei militari e delle forze dell'ordine. Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza ha tenuto una riunione in video conferenza, mercoledì 4, proprio per fare il punto della situazione e organizzare i controlli sulle strade di Milano e della città metropolitana.

Secondo quanto trapela, l'indicazione fornita dal prefetto di Milano Renato Saccone è quella di non essere necessariamente "punitivi" nei confronti dei cittadini ma, soprattutto i primi giorni, tendere a informarli e collaborare con loro. La sensazione è la stessa di primavera, quando però il lockdwn era ancora più duro perché erano chiuse anche le scuole e le attività produttive in generale. 

Oltre a chiedere quali sono le motivazioni di necessità, salute e lavoro (con l'autocertificazione), le forze dell'ordine potranno verificare con i database delle Ats se la persona controllata doveva sottoporsi alla quarantena obbligatoria perché, ad esempio, positiva al Covid. In questo caso la multa sarà certa e pesante. Ed infine saranno controllate le attività commerciali per verificare che rispettino le chiusure disposte per decreto.

Lockdown: ecco dove scaricare il modulo per l'autocertificazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lockdown, tornano i controlli delle forze dell'ordine

MilanoToday è in caricamento