Coronavirus

Il coprifuoco potrebbe avere i giorni contati, secondo Fontana

La cabina di regia chiamata a decidere si riunirà lunedì 17 maggio ma tutti i dati sono in miglioramento

Per il momento è solo un'ipotesi ma è probabile che il coprifuoco abbia i giorni contati. Ne è convinto anche il presidente Attilio Fontana che, parlando con i giornalisti all’hub vaccinale di Palazzo delle Scintille nel pomeriggio di mercoledì 12 maggio, ha detto "Sono contento che il governo abbia intenzione di riprendere in esame la questione, ci sono buone probabilità che venga cambiata la decisione dato che i numeri sono oggettivamente molto buoni".

"Tutti vogliamo tornare alla normalità e ci sono categorie come quella dei ristoratori che stanno pagando un prezzo elevato rispetto al coprifuoco", le ha fatto eco Letizia Moratti, vicepresidente e assessore al welfare. Ecco perché "ci auguriamo che, anche con i dati che stanno migliorando e con l'aumento del tasso di vaccinati, si possa arrivare ad avere una riduzione dell'orario di coprifuoco". Un orario, ha detto Moratti, che "potrebbe consentire ai ristoratori di tenere aperto fino a un orario normale e che consenta alle persone di tornare a casa con tranquillità".

Coprifuoco, quando arriverà la decisione del governo

La Cabina di Regia dell'esecutivo guidato da Mario Draghi su coprifuoco e riaperture è slittata a lunedì 17 maggio. E quindi il nuovo decreto verrà varato dal governo Draghi con almeno una settimana di ritardo. Anche se è possibile che arrivi un provvedimento venerdì per cambiare le regole della zona rossa, arancione e gialla. Per evitare il pericolo che qualche regione si trovi nelle aree a maggiori restrizioni per "colpa" dell'indice di contagio Rt.

La decisione di rimandare alla prossima settimana le scelte sulle riaperture è arrivata nella serata di martedì 11 maggio. Probabilmente anche a causa di una certa irritazione di Mario Draghi. Nel pomeriggio infatti si era svolta una riunione a Palazzo Chigi con i capi-delegazione della maggioranza sul decreto sostegni bis. Quando il presidente del Consiglio ha lasciato l'incontro (a causa di un altro impegno) Forza Italia, Lega, Italia Viva e il Movimento 5 Stelle hanno chiesto al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli di convocare una nuova cabina di regia venerdì, ma stavolta sul coprifuoco e sulle eventuali misure di allentamento sulla stretta. La decisione è arrivata nella serata di martedì: bisogna aspettare almeno tre settimane per avere una valutazione congrua delle riaperture del 26 aprile, come aveva spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza al premier nei giorni scorsi, la Cabina di Regia non potrà essere convocata prima di lunedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coprifuoco potrebbe avere i giorni contati, secondo Fontana

MilanoToday è in caricamento