menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I volontari

I volontari

L'appello dei soccorritori: "Stiamo tornando a indossare queste tute un po' troppo spesso"

L'appello, con un velo di ironia, dei soccorritori che chiedono a tutti di rispettare le regole

Non allarmismo, ma realismo. E un pizzico di ironia. Arriva anche dai soccorritori l'invito per tutti a non abbassare l'attenzione nella battaglia al coronavirus, un nemico non ancora sconfitto e ancora in grado di fare male. 

I dati dei bollettini quotidiani in Lombardia si confermano tutto sommato buoni, ma è evidente che negli ultimi giorni i contagi stanno lievemente aumentando, così come i ricoveri nei reparti ordinari. Così gli appelli alla calma e al rispetto delle regole si susseguono e quando arrivano da chi quel numerico l'ha combattuto in prima linea sono di sicuro più "sentiti". 

"Stiamo tornando a indossare questi tutoni bianchi un po' troppo spesso", hanno scritto i volontari di Astra Soccorso Pero insieme a una foto di due soccorritori con il classico equipaggiamento anti covid. "Oggi pomeriggio, ben due servizi per 3 pazienti Covid19 confermati. Non abbassiamo la guardia, indossiamo sempre la mascherina - hanno chiesto -. Non vogliamo fare allarmismo, ma è necessario ripeterlo. E se tornate dall'estero, come una delle pazienti di oggi, seguite le procedure previste e rimanete in casa in attesa del tampone", hanno auspicato, riferendosi all'ultima ordinanza di regione Lombardia che impone l'obbligo di tampone per chi torna da Spagna, Grecia, Croazia e Malta.

Poi la chiusura con un sorriso: "...Fatelo almeno - hanno scherzato i volontari - per non farci sudare nelle tute di tyvek". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento