menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, focolaio covid in ospedale: 6 pazienti positivi in un reparto dell'istituto tumori

L'ospedale conferma in una nota. Il focolaio nato dopo il ricovero di un paziente. I dettagli

Paura covid all'istituto tumori di Milano. Stando a quanto confermato dallo stesso ospedale di via Venezian in una nota, nel reparto di urologia è stato "localizzato" un focolaio di coronavirus, con sei degenti positivi. 

I pazienti, ha ricostruito l’Irccs, erano risultati "tutti negativi al loro ingresso nella struttura ospedaliera, avvenuto tra 3 e 22 febbraio. Successivamente al ricovero, uno di questi pazienti ha riferito di essere entrato in contatto nei giorni precedenti con una persona poi rivelatasi positiva al tampone per covid". A seguito di questo, hanno sottolineato dall’istituto, sono stati "effettuati i tamponi sui contatti e sono risultati altri 5 positivi".

"Per i pazienti covid positivi è stato definito per alcuni il trasferimento in altri ospedali che hanno dato disponibilità di posti letto in aree covid, mentre altri sono stati dimessi con segnalazione ad Ats. Per procedura, al fine di permettere l’esecuzione della sanificazione del reparto", operazione avvenuta venerdì, "tutti gli altri pazienti sono stati trasferiti e isolati in stanze singole in altre due aree all’uopo destinate", hanno assicurato dall'ospedale. 

L’Rls, responsabile della sicurezza Pasquale Brunacci, insieme ai componenti Sgb - Sindacato generale di base - della Rsu, hanno però sollevato qualche dubbio. "Abbiamo verificato che in quei giorni 4 stanze in cui dovevano esserci al massimo due pazienti ne ospitavano 4. Queste stanze non hanno il bagno all’interno, e i pazienti sono costretti a ricorrere all’unico servizio igienico che si trova nel corridoio, esposto al passaggio e in situazione di promiscuità. Vogliamo essere certi - hanno sottolineato - che tutte le aree frequentate dai pazienti poi risultati positivi siano state prese in considerazione perché a noi risulta che i malati in questione siano stati in sala operatoria. Per noi non sono state pienamente rispettate le regole anti contagio e richiediamo approfondimenti, anche perché nell’ultimo periodo ci sembra sia stata abbassata un po’ la guardia".

Dal canto suo, però, l'istituto tumori ha ribadito di aver "attivato fin dall’inizio della pandemia una serie di misure per la prevenzione della diffusione del virus nell’ospedale" e di aver rispettato tutti i protocolli. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    La Lombardia spera di tornare gialla: cosa cambia

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento