rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Coronavirus

Ospedale in Fiera, la visita e la benedizione dell'arcivescovo Delpini

I primi pazienti affetti da Coronavirus potranno essere ospitati nella prima settimana di aprile

L'arcivescovo di Milano, Mario Delpini, lunedì 30 marzo ha visitato i padiglioni della Fiera di Milano che a breve diventeranno il nuovo ospedale per malati di Coronavirus. Accolto da Enrico Pazzali (presidente di Fondazione Fiera), Attilio Fontana (presidente di Regione Lombardia), Giuseppe Sala (sindaco di Milano) e da coloro che seguono, per conto di Guido Bertolaso, l'attivazione della struttura, l'arcivescovo ha portato una parola di conforto a coloro che, da tre settimane, lavorano alla realizzazione dell'ospedale. 

Nel padiglione 1 di Fieramilanocity Delpini ha pregato insieme a tutte le maestranze impartendo loro la benedizione e ringraziandoli per l'impegno che stanno manifestando. «Facciamo l’elogio di quel modo di stare al mondo che avverte la responsabilità di renderlo migliore, delle istituzioni, delle persone che hanno responsabilità dirigenziali, di tutti i collaboratori, i dipendenti, i consulenti, di quelli che sentono il dovere personale di rimediare ai disastri, di attivarsi di fronte ai bisogni, senza cercare scuse, senza delegare ad altri, senza stare alla finestra a commentare e criticare. Dio benedice l’impresa quando è intraprendenza per migliorare le situazioni», ha detto l'arcivescovo.

«Facciamo l’elogio - ha proseguito - della scienza e della competenza. Facciamo l’elogio di quello che la ricerca ha raggiunto, di quello che la tecnologia ha reso possibile, di quello che l’esperienza ha insegnato, facciamo l’elogio di quel trafficare i talenti ricevuti perché producano frutto, di quell’interpretare le possibilità come una vocazione a servire in umiltà, con il senso del limite, con la modestia di chi sa che si può fare molto ma che non tutto è possibile e non tutto è buono. Dio benedice le risorse messe a servizio del bene, con umiltà e fiducia». Infine una visita al padiglione 2, concesso in comodato gratuito al Policlinico di Milano e che nei prossimi giorni potrà iniziare ad assistere i primi pazienti affetti da Coronavirus. L’arcivescovo ha regalato un’icona al nuovo presidio ospedaliero.

I primi pazienti (per un totale di 32 posti letto) arriveranno nella prima settimana di aprile, dopodiché si completeranno i lavori fino al raggiungimento di 200 posti letto, tutti di terapia intensiva e sub-intensiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale in Fiera, la visita e la benedizione dell'arcivescovo Delpini

MilanoToday è in caricamento