"Io resto a casa", ma lui va in giro in auto senza patente e "armato": 50enne nei guai a Milano

Nei guai un uomo di 50 anni, che ha anche cercato di scappare dai carabinieri. I fatti

Doveva stare a casa, almeno per la legge. E invece, senza farsi particolari problemi, era in giro senza patente e inspiegabilmente "armato".

Un uomo di 50 anni, un cittadino italiano, è stato denunciato martedì sera dopo essere stato trovato in strada senza nessuno dei "validi motivi" previsti dai decreti emanati per cercare di contenere l'emergenza Coronavirus

I guai per lui sono iniziati verso le 20, quando alla guida di un'auto ha cercato di fuggire all'alt dei carabinieri, che dopo un breve inseguimento sono riusciti a bloccarlo in viale Monza. Nella macchina i militari hanno trovato tre manganelli telescopici e tre pistole per spruzzare spray al peperoncino. In più, come se non bastasse, il 50enne era anche al volante senza la patente, che non ha mai preso in vita sua. 

L'uomo, denunciato a piede libero, deve rispondere delle accuse di inosservanza dei provvedimenti dell'autorità - proprio per aver ignorato il "coprifuoco" per il Coronavirus -, guida senza patente e porto di armi e oggetti atti ad offendere. 

Foto - Manganelli e pistole che aveva in auto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

pistole spray manganelli carabinieri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

  • Coronavirus, persone asmatiche e allergiche devono temere il contagio più di altre?

Torna su
MilanoToday è in caricamento