Coronavirus

Vaccini covid: nel portale di Poste mancano i disabili prima del 2010, verranno inseriti manualmente

I medici di base "reclutati" per fornire gli elenchi alle Ats

Il chiarimento ufficiale sui disabili gravi, quelli che usufruiscono della Legge 104 e sono quindi noti all'Inps, e sulle prenotazioni del vaccino anti covid sul portale di Poste Italiane, è arrivato dall'assessora al Welfare Letizia Moratti nel pomeriggio di lunedì 12 aprile, durante la visita dei vertici di giunta alla Fabbrica del Vapore di Milano dove è allestito un centro vaccinale gestito dal Fatebenefratelli.

Diversi di loro non avevano potuto prenotare il vaccino per sé e, soprattutto, per i caregiver, nonostante la Regione avesse esplicitato che erano concessi fino a tre caregiver per ciascun disabile grave. Venerdì 9 aprile, alla partenza delle prenotazioni per le fasce più fragili della popolazione lombarda, molte persone si sono "incollate" al computer o al telefono per cercare di prenotarsi, senza successo.

Ora è stato "svelato l'arcano". Secondo quanto riferito dalla Moratti, l'elenco fornito dall'Inps riguarda i 284 mila disabili gravi lombardi dal 2010 in poi. «Da questo elenco mancano coloro che sono stati registrati come disabili prima del 2010», ha dichiarato l'assessora: «Ho chiesto ai medici di medicina generale di segnalare alle Ats i nominativi dei disabili che hanno in carico e dei loro caregiver, tramite i certificati di riconoscimento delle patologie e codici di esenzione. In modo che le Ats li inseriscano sul portale delle Poste e possano a loro volta prenotarsi».

E i disabili che sono anche 70-79enni?

Resta un dubbio: che cosa succede al disabile grave che è anche 70-79enne? Il suo codice fiscale è stato certamente riconosciuto dal sistema, ma per quale categoria? Ai 70-79enni viene di norma inoculato il vaccino di Astrazeneca, ma i disabili gravi devono prendere il Pfizer o il Moderna. Il disabile in questione potrebbe quindi avere ricevuto un appuntamento in un centro vaccinale dedicato ad Astrazeneca ed essere costretto a tornare un'altra volta? E per quanto riguarda i suoi caregiver?

Insegnanti: saranno vaccinati quelli con appuntamento

Caregiver di minori disabili

Per quanto riguarda i minori disabili, questi non possono vaccinarsi contro il Covid. Ma sono stati comunque caricati sul portale delle Poste (sono in tutto 27 mila in Lombardia) in modo che i caregiver possano aderire alla vaccinazione semplicemente indicando il codice fiscale del minore. Inizialmente la data fissata era il 16 aprile, come per la prenotazione del vaccino per i caregiver dei i disabili e vulnerabili già vaccinati (ad esempio perché ultra 80enni), ma la Moratti ha specificato che, fin dal 12 aprile, dovrebbe essere possibile effettuare la prenotazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini covid: nel portale di Poste mancano i disabili prima del 2010, verranno inseriti manualmente

MilanoToday è in caricamento