Coronavirus

Coronavirus, Dompè (Assolombarda): "In sviluppo farmaco contro la "tempesta citochinica" molto promettente"

Il vicepresidente di Assolombarda, con delega alle Life Sciences, annuncia che in Italia il "30% della popolazione sarà coperto" dall'influenza con "18 mln di vaccini", ma che le dosi "arriveranno scaglionate". E il suo gruppo farmaceutico annuncia risultati promettenti per un farmaco che contrasta la "tempesta citochinica" suscitata dal covid-19

In arrivo in Italia 18 milioni di dosi di vaccino anti-influenzale. Ma "saranno scaglionate" anche se in grado di dare copertura al "30% della popolazione". E, soprattutto, la speranza concreta di un farmaco efficace con la "tempesta citocinica", la reazione immunitaria spesso fatale scatenata dal Sars-Cov-2. Il medicinale è già in sperimentazione e "i primi risultati sono molto promettenti". 

Lo ha annunciato nelle scorse ore, in un incontro con i Giovani di Confindustria di Piacenza, Sergio Dompè, ad dell'omonimo colosso farmaceutico, vicepresidente di Assolombarda con delega alle Life Sciences. Dompè ha riferito inoltre di essere in continuo contatto con la presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen la quale è costantemente aggiornata sugli studi della Dompè sul medicinale, che potrebbe salvare molte vite. L'azienda biotech milanese, infatti, anni fa ha investito in una piattaforma di supercalcolo intelligente, che si avvale di un network nazionale e internazionale di realtà quali l'Università di Harvard, la Stanford University o la Columbia. Grazie alla "High performance computing", ha chiosato Dompè, si possono studiare le reazioni delle molecole con gli organismi in modo più efficace e rapido, e questo procedimento può portare allo sviluppo di nuovi farmaci, come sta avvenendo per il Covid-19

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Dompè (Assolombarda): "In sviluppo farmaco contro la "tempesta citochinica" molto promettente"

MilanoToday è in caricamento