Coronavirus, Fontana avvisa: "Non è finita l'emergenza" (e promette 3 miliardi di euro)

Il governatore: "Parte la fase 2, ma l'emergenza non è finita". Ecco le sue parole

Uno sguardo al passato e un al futuro. Sempre con l'asticella dell'attenzione al massimo. Il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, lunedì mattina ha commentato con un post sul proprio profilo Facebook il primo giorno della fase 2 dell'emergenza Coronavirus, quella che dovrà portare gradualmente alla "nuova normalità" dopo i mesi più difficili dell'epidemia. 

"Parte la Fase 2, ma l'emergenza non è finita - ha subito avvisato il governatore -. La Lombardia è stata la prima a essere colpita, abbiamo il dovere di essere i primi a indicare la strada per uscirne".

E la "strada per uscirne" è fatta di distanziamento sociale, protezioni individuali ma anche ripresa della vita economica. "Attenzione, rispetto delle regole, coraggio. Non dimentichiamo mai mascherine, guanti, igienizzante per le mani e distanza", ha rimarcato Attilio Fontana, promettendo che "ci rialzeremo più forti di prima".

Lo stesso governatore ha poi voluto informare i lombardi sui lavori della sua giunta. "Noi oggi siamo in Consiglio Regionale per l'approvazione dello stanziamento dei 3 miliardi per la ripartenza. Fondi veri - ha concluso - per i 1500 comuni della Lombardia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento