Coronavirus Ponte Lambro / Via Carlo Parea

La festa per il battesimo dura tutta la notte (coi bimbi in casa) e scattano le multe per tutti

Otto persone multate in una casa di via Parea. Nell'abitazione anche tre bimbi. I fatti

Hanno voluto festeggiare, così hanno confessato loro stesso agli agenti, il battesimo del loro ultimo figlio con qualche amico. E per farlo hanno "regalato" ai vicini una notte decisamente movimentata. Tanto che qualcuno, oltre l'alba, ormai esausto, ha chiesto aiuto alla polizia. 

È servita una Volante, all'alba di domenica, per scrivere la parola fine su una festa in casa in un appartamento di via Parea, in zona Ponte Lambro. La richiesta al 112 è arrivata quando le sette erano passate da venti minuti: a telefonare è stato un residente della zona, stanco per la musica e il chiasso che arrivavano da un'abitazione vicina. 

Al loro arrivo sul posto, gli agenti hanno identificato nell'abitazione otto persone, tre donne e cinque uomini, tra cui cinque cittadini peruviani, due dell'Ecuador e un italiano. La casa è risultata di proprietà di una coppia di peruviani, che ha spiegato ai poliziotti che stavano festeggiando il battesimo del loro bimbo, che in effetti era nell'appartamento, tra l'altro insieme ai due fratellini più grandi, ma ancora minorenni. 

Stando a quanto accertato dai poliziotti, la festa era iniziata sabato sera ed era andata avanti per tutta la notte, fino a quando uno dei vicini ha chiamato il 112. Gli otto sono stati tutti identificati e saranno multati con la sanzione da 400 euro prevista dalle norme anti coronavirus, che ancora vietano assembramenti e party in casa. 

La stessa sorte, alle 5 di lunedì mattina, è toccata a nove persone - tra cittadini dell'Ecuador e italiani - che sono stati sorpresi a far festa nel locale deposito di un condominio di via Treccani degli Alfieri, allo Stadera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa per il battesimo dura tutta la notte (coi bimbi in casa) e scattano le multe per tutti

MilanoToday è in caricamento