Giovedì, 28 Ottobre 2021
Coronavirus

Cosa ha detto Figliuolo sulla Lombardia

Le parole del commissario per l'emergenza covid sulla regione

Il generale promuove la Lombardia. Franceso Paolo Figliuolo, commissario governativo per l'emergenza covid, nelle scorse ore ha fatto tappa a Milano per fare il punto sull’andamento della campagna vaccinale anti covid in regione e per definire le prossime tappe, con le somministrazioni delle terze dosi ormai iniziate.

Primo appuntamento nella sede di Areu e poi visita all’hub del Palazzo della Scintille a Milano, al Paolo Pini - dove c’è il centro del Niguarda - e infine al Centro ex Philips di Monza. A fare gli onori di casa il presidente di regione Lombardia Attilio Fontana, la vicepresidente e assessore al welfare, Letizia Morati, e il coordinatore lombardo della campagna vaccinale, Guido Bertolaso.

Nel quartier generale di Areu, il commissario Figliuolo ha incontrato anche tutti i direttori generali della Ats e delle Asst e della stessa azienda regionale per l’emergenza urgenza. "L’Italia ha fatto e sta facendo squadra - le parole del generale -, per la Lombardia parlano i dati. Il tempo è galantuomo e confido che questa copertura sarà incrementata. La Lombardia, in particolare, con l’87% della copertura vaccinale ha raggiunto un risultato eccellente, l’Italia è all’83 e, dunque, ci avviamo su percentuali notevoli. In Lombardia sono 8 milioni le persone che hanno almeno una dose o la dose unica, questo pone la regione al di sopra della media nazionale grazie ad un piano ben fatto e ben studiato”. 

“Voglio dire grazie a chi presta la propria opera incessantemente - ha concluso Figliuolo - e questa è l’Italia che fa squadra e vince”. E infine l’invito, rivolto agli indecisi, a vaccinarsi “perché non è solo un dovere civico e morale, ma bisogna farlo per se stessi e per gli altri. E i numeri della Lombardia la dicono lunga sul senso civico”.

Termini di apprezzamento che, inevitabilmente, hanno fatto piacere a Fontana. “Siamo orgogliosi delle parole del generale Figliuolo - ha ammesso il governatore - e come regione ne siamo molto orgogliosi. E penso lo saranno anche tutti i medici, i sanitari, i volontari e coloro che ci hanno permesso di raggiungere questo risultato. La realtà prima o poi viene a galla e questa è sicuramente la miglior risposta che potessimo dare. Ringrazio anche Guido Bertolaso che continua a supervisionare la campagna vaccinale”.

“La Lombardia - gli ha fatto eco la Moratti - è al terzo posto in Europa per dosi somministrate ogni 100 abitanti, ed è seconda solo a Portogallo e Danimarca. Voglio lodare il grandissimo senso civico dei cittadini e ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo: il personale sanitario, gli infermieri, l’esercito, la protezione civile e tutti coloro che hanno contribuito a fugare i dubbi. Stiamo sfiorando il 90% delle adesioni quindi una campagna che sta proseguendo in maniera estremamente positiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa ha detto Figliuolo sulla Lombardia

MilanoToday è in caricamento