rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Coronavirus

In 100 al funerale nonostante i divieti per il Coronavirus: messi tutti in quarantena

Succede ad Aicurzio, in Brianza. "Siete pregati in maniera assoluta di non frequentare luoghi pubblici, ambulatori, negozi e chiese" ha scritto il primo cittadino Matteo Bareggia

Un avviso pubblicato sul sito comunale per invitare alla quarantena tutti i concittadini che lo scorso 4 marzo hanno presenziato a un funerale celebrato in paese, nonostante il divieto di officiare cerimonie funebri (così come matrimoni) se non in forma privata.

A siglare la richiesta è stato il sindaco del comune di Aicurzio, in Brianza. "Tutti coloro che hanno partecipato alle esequie del defunto signor Mauro Rossi sono pregati in maniera assoluta di non frequentare luoghi pubblici, ambulatori, negozi e chiese. Si invitano gli stessi cittadini a rimanere il più possibile a casa, tenendo monitorata la temperatura e la sintomatologia del coronavirus" si legge nel docuemento pubblicato in data 9 marzo.

Il funerale oggetto della comunicazione è stato celebrato lo scorso mercoledì 4 marzo dal parrocco della comunità pastorale Regina degli Apostoli, don Stefano Strada. Alla cerimonia hanno preso parte un centinaio di persone nonostante il divieto di celebrare funerali se non in presenza dei soli familiari e parenti stretti. Ora, in seguito al decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio e alle misure restrittive per il contenimento del contagio, anche il sindaco di Aicurzio ha emanato l'ordinanza per adottare misure precauzionali.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 100 al funerale nonostante i divieti per il Coronavirus: messi tutti in quarantena

MilanoToday è in caricamento