rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Coronavirus

La confessione di Giacomo Poretti: "Ho avuto il coronavirus, l'ha preso anche mia moglie"

Il comico è guarito: "Entrambi i tamponi sono negativi, ora sto aspettando l'esame del sangue"

Il coronavirus li ha colpiti. Lui e sua moglie. Entrambi lo hanno affrontato. E sconfitto. Protagonisti di questa vicenda, loro malgrado, Giacomo Poretti e la sua compagna. Il fatto è stato raccontato dallo stesso comico del trio "Aldo Giovanni e Giacomo" a Mario Calabresi durante sua rubrica "Altre storie".

Tutto è iniziato al ritorno da una settimana bianca, il 7 di marzo: "Mi sono alzato con dolori alle ossa. Non stavo tanto bene. Ho avuto otto, nove giorni con febbre alta, vicino ai 39. Così forte non l'ho mai avuta", ha raccontato. Adesso Giacomo sta bene: "Ho fatto due tamponi e sono risultati negativi entrambi, sto aspettando l'esame del sangue. Sono disposto a donare il mio sangue sempre che sia ricco di immunoglobuline".

Il comico ha comunque dichiarato di essere stato spaventato dalla malattia: "Mi sono letteralmente cagato addosso". E dopo la malattia ha affrontato un periodo di convalescenza: "Quando è finita la febbre è iniziato un periodo di spossatezza, come se avessi fatto cinque maratone di New York. Una mattina mi sono svegliato per fare colazione e non sono riuscito ad aprire la caffettiera. Avevo la forza vicino allo zero. Adesso grazie a Dio è finita". 

Prima del lockdown Giacomo stava seguendo l'uscita dell'ultimo film realizzato con il trio comico milanese, oltre all'attività del teatro Oscar che aveva preso in gestione nell'autunno del 2019. Stava anche organizzando il tour di "Chiedimi se sono di turno", opera teatrale legata ai racconti della sua precedente attività di infermiere all'ospedale di Legnano.  "Non so quando potremo ripartire, ma mi piacerebbe farlo continuando la mia tournée negli ospedali — ha detto Giacomo —. Sarà un modo per stare vicino a tante donne e tanti uomini che hanno vissuto settimane intere in trincea, ad affrontare un nemico sconosciuto e a doversi occupare di persone malate che, oltre a questo, sono rimaste separate dai loro affetti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La confessione di Giacomo Poretti: "Ho avuto il coronavirus, l'ha preso anche mia moglie"

MilanoToday è in caricamento