La città sempre più vecchia per caro affitti e covid: "Senza giovani Milano perde forza"

Milano2035. Coalizione per l’abitare giovanile lancia la campagna-appello 'Milano resta giovane'

Milano Porta Nuova (Foto Andrea Cherchi)

Una città sempre più vecchia e deserta che i giovani hanno abbandonato a causa della pandemia e del caro affitti. È il ritratto che Milano2035. Coalizione per l’abitare giovanile ha fatto del capoluogo lombardo lanciando la campagna appello Milano resta Giovane.

L'appello

L'iniziativa si rivolge ai cittadini perché la metropoli lombarda possa diventare "più accogliente verso i ragazzi e le ragazze che arrivano da altre parti d’Italia e del mondo, perché possano trovare case e stanze facilmente, a prezzi moderati", come scrivono gli organizzatori del progetto che per promuoverlo hanno pubblicato sui social un video ironico nel quale si vede una Milano popolata solo di anziani.

(Il video di Milano 2035)

"Già prima della pandemia - sottolineano i promotori della campagna - l’elevato prezzo degli affitti delle case milanesi era difficilmente affrontabile per molti giovani, studenti, studentesse, lavoratori, lavoratrici. La crisi economica causata dall’emergenza sanitaria ha peggiorato la situazione: per molti giovani il costo di Milano, e in particolare quello delle case, è diventato definitivamente proibitivo. Come è accaduto in tutto il mondo, anche a Milano molti giovani sono rimasti improvvisamente senza lavoro e, quindi, sono stati costretti a tornare dalle loro famiglie d’origine. Lo stesso è accaduto agli studenti e alle studentesse, molti dei quali non possono più permettersi di pagare affitti così alti, per cui in tanti hanno deciso di seguire le lezioni universitarie a distanza, oppure, in particolare nel caso delle matricole, hanno preferito iscriversi negli atenei più vicini ai Comuni di provenienza".

L’appello “Milano resta Giovane” è rivolto a tutti. "Se sei un proprietario metti a disposizione stanze e case a prezzi sostenibili - chiedono gli organizzatori del progetto -, altrimenti contribuisci anche tu al fondo di sostegno per l'affitto". Per facilitare l’accoglienza abitativa dei giovani, Milano2035, insieme all’associazione MeglioMilano, ha introdotto una novità: allargare a tutti i cittadini il progetto “Prendi in casa”, storicamente dedicato solo alla convivenza tra anziani e giovani, offrendo anche a famiglie, coppie e single la possibilità di accogliere in casa giovani donne e uomini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto

Milano2035 offre spazi di orientamento e promozione della cultura dell’abitare collaborativo, dove è possibile recarsi per cercare casa e reperire informazioni sui servizi offerti dalla rete. Nei suoi tre Touch Point è possibile ricevere una consulenza gratuita se si desidera mettere in affitto case e stanze calcolando la quota di canone concordato e venendo orientati sulle tipologie di contratti e assistiti nella compilazione delle procedure necessarie.

Già attivo da un anno, il servizio di consulenza gratuita per i/le giovani tra i 18 e i 35 anni che sono in cerca di casa include la mediazione con i proprietari di casa per un contratto di affitto a canone concordato; la promozione e creazione della coabitazione e dell’attivazione di gruppi di coabitanti tra i 18 ed i 35 anni; partecipazione alle iniziative e ai servizi offerti dalla rete di Milano 2035; accesso gratuito a mobili e accessori per la casa donati tramite il portale Celocelo.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento