Coronavirus

Il grazie degli anziani agli infermieri della Rsa: "La tua voce mi fa sentire al sicuro"

I bigliettini degli ospiti della Rsa di Segrate per gli infermieri della struttura

Li hanno chiamati "angeli in camice". Perché li hanno protetti sempre, li hanno fatti sempre sentire al sicuro, anche quando tutto sembrava sul punto di naufragare. In vista della giornata internazionale dell'infermiere, che cade mercoledì 12 maggio, piovono ringraziamenti per gli "eroi" della Rsa San Felice di Segrate. 

"Gli anziani ospiti - spiegano dal gruppo Orpea Italia, che gestisce la struttura - hanno voluto dire il proprio grazie a chi ha lottato contro il covid 19 senza mai negare loro, anche nella sofferenza e nella difficoltà, un sorriso, una parola di conforto, uno sguardo rassicurante".

“Grazie per il bene che ci date”, “Grazie a voi che dispensate compassione, conforto e cura senza prescrizione”, “Grazie per tutte quelle volte che mi hai chiamato per nome e la tua voce mi ha fatto sentire al sicuro”, si legge sui bigliettini scritti dagli anziani della Rsa di Segrate e dedicati agli infermieri. 

Con l’aiuto dell’educatrice gli ospiti della struttura hanno poi realizzato braccialetti e segnalibri con i pensieri e le dediche da regalare a ciascun infermiere
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il grazie degli anziani agli infermieri della Rsa: "La tua voce mi fa sentire al sicuro"

MilanoToday è in caricamento