rotate-mobile
Coronavirus

Green pass illimitato, quarantena, zona rossa, scuola: che cambia da oggi

Oggi entrano in vigore le nuove misure del governo per l'emergenza covid

Green pass senza scadenza, quarantene ridotte - per i non vaccinati -, un taglio alla didattica a distanza e addio, o quasi, alla zona rossa. Oggi, lunedì 7 febbraio, entra in vigore l'ultimo decreto legge stilato dal governo per l'emergenza coronavirus. 

I provvedimenti - è evidente - segnano un deciso allentamento delle misure restrittive, permesso dalla nuova fase dell'epidemia di covid che sembra stia finalmente rallentando. 

Green pass e zona rossa

Una delle novità più grandi riguarda il green pass, che diventa illimitato. "Le certificazioni verdi covid 19 rilasciate dopo la terza dose hanno efficacia senza necessità di nuove vaccinazioni - si legge sul sito dell'esecutivo -. Al regime di chi si è sottoposto alla terza dose è equiparato chi ha contratto il covid ed è guarito dopo il completamento del ciclo vaccinale primario". Quindi il green pass non avrà più scadenza per chi ha ricevuto le tre dosi di vaccino o per chi ha contratto il covid dopo le prime due. Chi è risultato contagiato prima di completare il ciclo primario dovrà invece comunque farsi somministrare la dose booster per avere la certificazione verde "infinita". 

Nello stesso decreto vengono "eliminate le restrizioni previste nelle zone rosse per coloro che sono in possesso del green pass rafforzato". In sostanza per chi ha le tre dosi di vaccino - o per chi è guarito dall'infezione - non esisterà più la zona rossa. 

Come cambiano le quarantene

Cambio di passo anche per le quarantene. Da oggi, stando a quanto stabilito da una circolare del ministero della salute, per i non vaccinati o per chi ha completato il ciclo primario - quindi con due dosi - da più di 120 giorni la quarantena passa da 10 a 5 giorni in caso di contatto stretto con un positivo. 

Per terminare l'isolamento sarà necessario un test antigenimo rapido o molecolare alla scadenza dei cinque giorni. Le nuove misure chiaramente valgono solo per gli asintomatici. 

Non cambiano le regole, invece, per chi ha ricevuto le tre dosi - o le prime due da meno di 4 mesi - e per chi è guarito dal covid entro gli ultimi 120 giorni: per tutti loro nessuna quarantena anche in caso di contatto stretto, ma soltanto autosorveglianza e obbligo di indossare la mascherina Ffp2 per dieci giorni. 

Cosa cambia per le scuole

Capitolo scuole, che a Milano oggi accoglieranno, di nuovo, 3.500 studenti. Il decreto - che distingue fra asili, elementari, medie e superiori - riscrive le regole per le quarantene, cercando di limitare al massimo il ricorso alla Dad. 

Nelle scuole per l’infanzia  

  • fino a 4 casi di positività le attività proseguono in presenza; 
  • dal quinto caso di positività, le attività didattiche sono sospese per cinque giorni. 

Nella scuola primaria  

  • fino a quattro casi di positività, si continuano a seguire le attività didattiche in presenza con l’utilizzo di mascherina Ffp2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età e fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo al covid 19. Inoltre, è obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o autosomministrato o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;  
  • dal quinto caso coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine Ffp2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età per dieci giorni; per tutti gli altri le attività proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. 

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado 

  • con un caso di positività tra gli alunni, l’attività prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo della mascherina di tipo Ffp2 da parte di alunni e docenti; 
  • con due o più casi di positività tra gli alunni, coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine Ffp2 per dieci giorni; per tutti gli altri le attività scolastiche proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. 
     
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass illimitato, quarantena, zona rossa, scuola: che cambia da oggi

MilanoToday è in caricamento