Greta Thunberg elogia Milano: "Ha uno dei progetti più ambiziosi per la mobilità green del post emergenza"

La giovane attivista svedese ha condiviso su Twitter un articolo del Guardian sui piani del capoluogo meneghino per affrontare la 'fase 2'

Repertorio

È sicuramente un endorsement di cui andare fieri quello di Greta Thunberg, che su Twitter elogia Milano per i suoi progetti post coronavirus all'insegna della sostenibilità ambientale. "Milano ha in programma uno dei progetti più ambiziosi a livello europeo", scrive la giovanissima attivista per l'ambiente svedese citando il Guardian, che al capoluogo meneghino e il suo post lockdown dedica un articolo.

Milano si ripensa all'insegna della mobilità green

Il piano, si legge sul profilo dell'ambientalista, consiste nel ridistribuire la suddivisione dello spazio stradale, favorendo pedoni e ciclisti invece delle auto. "Milano e la Lombardia - scrive il giornale inglese citato dalla Thunberg - sono tra le zone più inquinate d'Europa e hanno dovuto anche affrontare una grave crisi per l'epidemia del Covid 19".

"Durante il lockdown - continua il quotidiano britannico - il traffico e l'inquinamento dell'aria si sono ridotti drasticamente e gli amministratori della città sperano di evitare un ritorno all'uso massiccio delle auto così come il super affollamento sui mezzi pubblici".

L'ex commissaria per i trasporti di New York City Janette Sadik-Khan sta lavorando con città come Milano e Bogotà per definire programmi di ripresa nell'ambito della mobilità e afferma che il capoluogo lombardo potrebbe fare da apripista per le altre metropoli.

"Molte città e persino paesi interi - dichiara Sadik-Khan - sono stati definiti da come sono riusciti a rispondere a eventi storici dal forte impatto, che si tratti di ricostruire a livello sociale e politico o fisico".

Il progetto per realizzare 35 chilometri di ciclabile

Come annunciato martedì dall'assessore comunale a Mobilità e lavori pubblici, Marco Granelli, infatti, una grande azione da compiere post emergenza è un salto di qualità sull’utilizzo della bicicletta. "Per questo - ha detto Granelli - stiamo mettendo in campo un piano di realizzazione di percorsi ciclabili e di zone 30. Stiamo predisponendo atti e progetti per mettere in strada circa 35 km di nuovi percorsi ciclabili, da aggiungere ai poco più di 200 già esistenti E i primi saranno realizzati a maggio e giugno 2020". 

"Tre sono le modalità alle quali abbiamo pensato - ha specificato l'assessore -. La prima è fare percorsi ciclabili e pedonali allargando i marciapiedi dove è necessario camminare meno fitti, nel minore tempo possibile, in sola segnaletica. Significa tracciare in strada, lungo le principali direttrici, percorsi ciclabili lungo i marciapiedi, e tra il marciapiede e la sosta, e disegnare allargamenti dei marciapiedi laddove più stretti. Ci abbiamo già provato in qualche iniziativa di urbanismo tattico, e funziona. Un primo esempio sarà l’asse tra piazza San Babila e Sesto Marelli lungo corso Venezia, corso Buenos Aires, viale Monza".

"Una seconda modalità - ha continuato l'assessore - sarà utilizzare i controviali di assi della nostra città facendoli diventare zone 30 e far circolare le biciclette insieme con gli altri, ma in migliori condizioni di sicurezza e a bassa velocità. L’esempio è l’asse da piazzale Lagosta nel quartiere Isola fino al Parco Nord lungo viale Zara e viale Testi. Una terza modalità è insieme fare percorsi ciclabili e mettere in sicurezza strade e incroci lungo alcuni assi. Un mix di segnaletica e struttura. L’esempio è l’asse tra piazza Bande Nere e Bisceglie lungo via Legioni Romane, via Berna e via Zurigo, con ciclabile in segnaletica tra marciapiedi e sosta e messa in sicurezza degli incroci con allargamenti dei marciapiedi e sicurezza degli attraversamenti pedonali". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il sindaco di Milano Beppe Sala ha parlato della riapertura auspicando finanziamenti pubblici per l'acquisto di bici elettriche. "Terremo aperta l'area b e l'area c rimarrà gratis - ha affermato il primo cittadino - però bisogna migliorare, andare avanti: mi batterò perché venga finanziata la mobilità elettrica e perché si possano continuare i progetti sulle metropolitane. Dobbiamo andare avanti sulla M4 e procedere con i progetti di prolungamento della M1 fino a Baggio e della M5 fino a Monza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento