Coronavirus

Quando la Lombardia sarà "immune" al covid

In regione la campagna vaccinale prosegue spedita. Superata quota 7 milioni

Obiettivo: copertura totale. La Lombardia continua a correre con la campagna di vaccinazioni anti covid con l'obiettivo di mettere al sicuro tutta la propria popolazione. 

Venerdì, in conferenza stampa, il governatore Attilio Fontana ha fotografato la situazione: "“Sono fiero ed orgoglioso dell’andamento della campagna - ha detto il presidente lombardo - e a oggi abbiamo effettuato oltre 7,7 milioni di somministrazioni e più di 1 lombardo su 4 ha completato il ciclo vaccinazioni". E ancora, guardando al futuro: "Il 10 luglio raggiungeremo i 10 milioni di somministrazioni”.

“Il traguardo del 10 luglio - ha aggiunto - sarà un grande risultato e come presidente della regione Lombardia voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a raggiungerlo. Guido Bertolaso in primis che con la sua grinta e tenacia è riuscito a mettere in piedi una perfetta organizzazione, la vice presidente Moratti, lo staff tecnico delle dg welfare e protezione civile e tutto quello tecnico e amministrativo delle nostre Ats e Asst".

Come si sposta l'appuntamento per il richiamo

E proprio l'assessore al welfare, Letizia Moratti, si è lasciata andare a una previsione: "La Lombardia - ha garantito - sarà la prima regione che raggiungerà l'immunità di comunità". Parole che, in effetti, aveva già pronunciato a inizio giugno, quando aveva esultato: "Ci avviciniamo velocemente a toccare il 70% della popolazione vaccinata. Una percentuale che significherebbe il raggiungimento dell'immunità di comunità". Il mirino, insomma, è puntato sul mese di luglio, quando la Lombardia potrebbe essere "immune" al covid. 

La campagna vaccinale, però, non finirà lì. E il futuro è ancora nelle mani del coordinatore Guido Bertolaso: "L'8 agosto 3 lombardi su 4 della platea vaccinabile, 9.013.424, avranno ricevuto almeno la 1° dose - ha spiegato lui stesso in conferenza -. E ancora, fra il 19 luglio e il 5 agosto, ci sarà l'apertura straordinaria di 100.000 slot per i ragazzi dai 12 ai 18 anni per garantire una dose prima delle partenze di agosto e la seconda prima del rientro a scuola a settembre". Bertolaso ha anche fatto una foto dell'andamento della campagna vaccinale: "Over 60, vaccinati con entrambe le dosi per l'82% nella fascia 60/69, per l'87% nella fascia 70/79 e per l'88% nella fascia over 80"

“Abbiamo ancora da vaccinare in modo importante - ha rimarcato - la categoria tra i 12 e i 20 anni, che ancora non si è prenotata con i ritmi sperati, ma pensiamo che questo timore e questa sfiducia nel corso delle settimane andrà a calare e ci stiamo organizzando. A differenza di altri, non abbiamo fatto i Vax day per i 18enni somministrando AstraZeneca. Non ci siamo messi ad andare controcorrente per far vedere che eravamo più bravi degli altri, ma abbiamo portato avanti un percorso di vaccinazione sulla base delle indicazioni del Governo per fascia d'età”.

"Per garantire un rientro a scuola sicuro - ha concluso Bertolaso - da fine giugno saranno aperte fino a 100.000 prenotazioni per incentivare i cittadini lombardi più giovani a vaccinarsi nelle ultime due settimane di luglio e la prima settimana di agosto. In questo modo potranno andare in vacanza in agosto con una dose e rientrare a scuola a settembre con un ciclo di vaccinazione completo”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando la Lombardia sarà "immune" al covid

MilanoToday è in caricamento