menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro Lirico, modifica ai lavori in extremis per adeguarlo al Covid

La modifica non dovrebbe fare slittare di molto il termine dei lavori

Il progetto del Teatro Lirico (che, appena verrà riaperto, sarà intitolato a Giorgio Gaber) è stato modificato per adeguamenti alle norme sulla prevenzione dal Covid. Lo si apprende a poche settimane dalla teorica chusura dei lavori, dapprima prevista per la fine di febbraio. Il cantiere del Lirico, il teatro di via Larga in fase di restauro, è stato rallentato in passato anche per altre ragioni: la prima inaugurazione si sarebbe dovuta effettuare addirittura nel 2017. Tra i vari "ostacoli" il rinvenimento di una grande quantità di amianto, nonché la mancanza di arredi e una battaglia legale prima al Tar (con ricorso vinto dal secondo classificato, Show Bees) e poi al Consiglio di Stato. Il restauro costerà quasi 12 milioni di euro, rispetto agli 8 preventivati anni fa. 

Ora, le restrizioni dovute al Covid hanno "insegnato" che negli spazi pubblici occorre prevedere una particolare flessibilità per adeguarsi ad eventuali norme: di qui una richiesta di modifica del progetto, non prevedibile in precedenza, da parte del direttore dei lavori. Una determina di Palazzo Marino ha "cristallizzato" le modifica richieste, che riguardano ad esempio gli spazi adibiti a camerino, ma non è chiaro se questo farà slittare i lavori ancora oltre febbraio. Tra l'altro, nella primavera del 2020 il Covid aveva provocato uno stop temporaneo ai lavori.

Successivamente verrà effettuato il collaudo previsto dalla legge e poi il Lirico potrà essere consegnato a Stage Entertainment, che aveva vinto il bando per la gestione. Il Covid ha ovviamente reso impossibile stabilire una data di apertura effettiva: tutto dipende da come andrà la pandemia. I teatri e gli altri luoghi di spettacolo sono stati tra i primi a chiudere, a febbraio 2020, e poi sono stati riaperti in "fase 2", ma con regole rigidissime sulla capienza, per essere infine nuovamente chiusi nell'autunno del 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento