menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Riapertura lenta, Fontana: "Lavoro anche sabato e domenica invece che solo cinque giorni"

L'ipotesi è stata annunciata dal governatore che ha proposto anche la possibilità di differenziare gli orari di entrata e uscita per evitare sovraffollamento sui mezzi pubblici

Spalmare l'attività lavorativa su sette giorni invece che su cinque. È l'ipotesi lanciata dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana sulla riapertura lenta in programma dal 4 maggio.

Le possibilità per la riapertura lenta

"Scaglionare il lavoro - ha detto il governatore - anche con orari di inizio diversi per l'evitare l'utilizzo eccessivo dei mezzi pubblici in determinate fasce orarie". Secondo quanto annunciato mercoledì dal Pirellone, infatti, la ripartenza delle attività produttive dovrebbe avvenire nel rispetto delle 'Quattro D': distanza, un metro di sicurezza tra le persone,; dispositivi, ovvero obbligo di mascherina per tutti; digitalizzazione, obbligo di smart working per chi può farlo, e diagnosi, con il lancio dei test sierologici. 

"Sono tante le proposte degli scienziati e dei tecnici che siederanno con noi domani al Tavolo dello Sviluppo", ha aggiunto Fontana, precisando anche come non ci sarebbe stata nessuna pressione di Matteo Salvini sulla riapertura e il nuovo piano di 'normalità'. "Assolutamente no - ha affermato il governatore - domani riuniamo il tavolo della competitività e volevamo annunciare la partenza della fase di avvicinamento alla riapertura".

A criticare aspramente la Regione per la sua volontà di riaprire le attività produttive era stato il sindaco di Milano Beppe Sala, evidenziando come fino a pochi giorni prima gli fossero state chieste misure ancor più ristrettive vista la situazione allarmente della sua città. "Poi cosa è successo? - aveva chiesto il primo cittadino nel suo video messaggio quotidiano -. La mia idea è che dopo che Salvini ha detto 'Gli italiani sono stufi di stare in casa, riapriamo', Regione Lombardia abbia eseguito. Io non sono contrario a ipotizzare riaperture graduali, ma vanno pianificate. Non ce la si cava con uno slogan: perché questo sono le 'Quattro D".“
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cos'è la "certificazione verde" per uscire dalla Lombardia e come si ottiene

Coronavirus

Vaccini covid, il 22 aprile partono le prenotazioni per i 60-64enni

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento