Milano, Lea Vergine muore un giorno dopo il marito Enzo Mari: erano ricoverati per covid

È stata una critica d'arte e curatrice italiana. Collaborava ad alcuni dei principali quotidiani

Un giorno dopo il decesso del marito, Enzo Mari, è morta a Milano la curatrice e critica d'arte Lea Vergine. I due erano ricoverati all'ospedale San Raffaele per complicazioni legate al covid 19.

Chi era Lea Vergine

Lea Vergine, all'anagrafe Lea Buoncristiano era nata a Napoli. È stata una critica d'arte e curatrice italiana. Collaborava ad alcuni dei principali quotidiani italiani, tra cui Il Manifesto e Il Corriere della Sera. Ha pubblicato vari saggi sull'arte contemporanea e organizzato numerose mostre. 

Tante le opere pubblicate da Lea Vergine, che con il suo lavoro è stata una delle prime donne a 'sfondare' nel panorama artistico culturale italiano: "Il corpo come linguaggio. Body art e storie simili", "Attraverso l'Arte. Pratica politica. Pagare il '68", "Dall'Informale alla Body Art. Dieci voci dell'Arte Contemporanea: 1960/1970", "L'altra metà dell'avanguardia. 1910-1940", "L'Arte ritrovata", "Capri. Frammenti postumi con Emanuela Fermani e Sergio Lambiase",  "Arte programmata e cinetica 1953-1963. L'ultima avanguardia", "L'Arte in gioco", "Gli ultimi eccentrici", "L'arte in trincea. Lessico delle tendenze artistiche 1960-1990", "Body art e storie simili. Il corpo come linguaggio", "Ininterrotti transiti", "Schegge. Ester Coen intervista Lea Vergine sull'arte e la critica contemporanea", "Annette Messager. Pudique", con Storr Robert, "L'altra metà dell'avanguardia 1910-1940. Pittrici e scultrici nei movimenti delle avanguardie storiche", "Hallenbad book. Ediz. italiana e inglese", con Letizia Cariello, "Parole sull'arte. 1965-2007", "La vita, forse l'arte", "L’arte non è faccenda di persone perbene. Conversazione con Chiara Gatti".

Lea Vergine e Enzo Mari

L'incontro tra Lea Vergine e quello che diventerà suo marito fino alla morte è avvenuto negli anni '60. Il grande designer Enzo Mari e la acclamata critica d'arte convivono a Napoli prima, ma considerando che entrambi arrivavano da un precedente matrimonio non erano ben visti. Anche per questo vanno via. Arrivano a Milano, dove vivono e lavorano fino alla fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento