menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lombardia: rimane zona arancione, ma possibili riaperture per bar e ristoranti all'aperto

Dalla settimana del 18 aprile: contagi in calo, ma non basta. Si lavora a qualche (piccola) riapertura simbolica: bar e ristoranti solo all'aperto?

Fino al 30 aprile 2021 nessuna regione potrà di fatto diventare zona gialla. I contagi in Lombardia sono in calo, ma ancora troppi sono i decessi e le ospedalizzazioni. Ma si sta guardando alle riaperture. Nelle scorse ore, la ministra per gli Affari regionali e l'autonomia, Mariastella Gelmini, in visita nelle Marche, ha confermato che "il 20 aprile ci sarà un punto in consiglio dei ministri per valutare la possibilità, sulla base dei contagi e dell'andamento del piano vaccinale, di qualche segnale di apertura già ad aprile, ma maggio sarà il mese della ripartenza".

Bar, negozi e ristoranti: quando possono riaprire

Per questo obiettivo, "tutti i ministeri sono al lavoro e stanno costruendo i protocolli per poter ripartire". Inoltre, "in questa settimana, il governo varera' un provvedimento molto importante per quanto riguarda il sostegno alle attività economiche: il nostro compito è di risarcire queste attività, ma soprattutto di far ripartire il prima possibile e il governo è al lavoro proprio su questo". 

Dunque qualche apertura simbolica - bar e ristoranti con posti solo all'aperto? coprifuoco esteso? - ma niente "liberi tutti" e nessuna zona gialla "piena" dalla settimana del 19 aprile in regione. Nel frattempo, rimarranno in vigore le regole della zona arancione. 

Gli spostamenti 

  • In zona arancione sarà possibile muoversi all'interno del proprio Comune, senza autocertificazione. Resta valido il coprifuoco da rispettare, dalle 22 alle 5, salvo motivi giustificabili. Così come non è possibile uscire dalla Regione senza motivazione valida, di lavoro, urgenza o salute.

Visite ad amici e parenti in zona arancione

  • Si possono visitare i parenti in zona arancione, entro i confini del Comune; una sola visita al giorno; e con due persone al massimo, esclusi i figli under 14 e i disabili con conviventi.

La scuola aperta per quasi tutti

  • Nella zona arancione i ragazzi delle seconde e terze medie tornano in classe, mentre, per quelli delle superiori, per ora sarà possibile dal 50 al 75 per cento. Questo primo punto è un netto miglioramento rispetto alla zona rossa, nella quale le scuole sono aperte in presenza solo fino alla prima media. Una novità, quest'ultima, introdotta soltanto dopo le vacanze di Pasqua mentre prima le classi erano chiuse del tutto. Eccezion fatta per i laboratori e i ragazzi seguiti dalle insegnanti di sostegno.

Parrucchieri, centri estetici e negozi aperti

  • Un punto fondamentale per la vitalità e la sopravvivenza di tantissime piccole aziende che non aspettavano altro: con la zona arancione riapriranno negozi, parrucchieri e centri estetici. In zona arancione, i negozi dei centri commerciali chiudono nel weekend.

Bar e ristoranti aperti solo per l'asporto

  • Gli esercizi di ristorazione sono chiusi al pubblico tutto il giorno e tutti i giorni. Si possono fare l’asporto e la consegna a domicilio: il primo fino alle 22.00 o fino alle 18.00 per le bevande, la seconda senza limitazioni orarie in entrambe le zone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento