Mercoledì, 22 Settembre 2021
Coronavirus

Ufficiale: la Lombardia rimane in zona bianca

Il presidente Fontana: "Un risultato che conferma l'efficacia della vaccinazione che in Lombardia ha raggiunto percentuali vicine alla cosiddetta immunità di gregge"

La Lombardia rimane in zona bianca. "Con un'incidenza di 42,4 su 100 mila abitanti e il 2 per cento di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica, anche questa settimana la nostra regione si conferma in zona bianca, nel monitoraggio settimanale di Iss (Istituto superiore sanità) e Ministero della Salute", ha sottolineato in una nota il presidente regionale Attilio Fontana pochi minuti fa.

"Un risultato che conferma l'efficacia della vaccinazione che in Lombardia ha raggiunto percentuali vicine alla cosiddetta immunità di gregge. Per consolidare questa situazione abbiamo messo in campo una serie di iniziative sul territorio, affinché chi ancora non si sia vaccinato possa farlo nel più breve tempo possibile", prosegue. "Ringrazio ancora una volta tutti coloro che hanno lavorato a questa campagna e continuano a farlo, anche nel giorno di Ferragosto, insieme agli operatori di sanità pubblica che lavorano ininterrottamente da oltre un anno al tracciamento dei contatti", conclude.

La Lombardia risulta a rischio moderato. Nell'ultima settimana di monitoraggio 18 regioni risultano infatti classificate a rischio moderato, le restanti 3 (Lazio e le Province autonome di Bolzano e Trento) sono a rischio basso. In Italia, aumenta il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (15.026 vs 12.683 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti aumenta leggermente (32% vs 30% la scorsa settimana). Aumenta anche la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (47% vs 46%). Infine, il 21% è stato diagnosticato attraverso attività di screening. "Una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione - sottolinea il rapporto dell'Iss - rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenute da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità. E' opportuno realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi, mantenere elevata l'attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l'ulteriore aumento della circolazione virale". "L'attuale impatto della malattia Covid-19 sui servizi ospedalieri è limitato, tuttavia i tassi di occupazione e il numero di ricoverati in area medica e terapia intensiva sono in aumento. La trasmissibilità stimata sui soli casi ospedalizzati è sopra la soglia epidemica", continua il report.

In generale, in Italia è in calo l'indice Rt, passato da 1,56 della scorsa settimana a 1,27 di questa. Ancora in salita invece l'incidenza, passata a quanto si apprende da 68 casi settimanali per centomila abitanti a 73 per centomila.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiale: la Lombardia rimane in zona bianca

MilanoToday è in caricamento