menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

Il presidente lombardo spinge: "Sacrifici ci avvicinano ad un allentamento delle misure"

Un riconoscimento per gli sforzi fatti. E un invito a non mollare proprio ora. Il presidente lombardo, Attilio Fontana, guarda con ottimismo al futuro della sua regione dopo i dati dell'ultimo bollettino sul contagio da coronavirus, che confermano un calo nella crescita dei positivi e un boom di pazienti guariti, pur con un aumento dei ricoveri in terapia intensiva. 

"Anche oggi buone notizie: il trend positivo si rafforza", ha scritto mercoledì sera il numero uno del Pirellone sul proprio profilo Facebbok. "In Lombardia ben 15.749 guariti con 246 persone dimesse dai reparti sub-intensivi" e "il rapporto dei positivi su oltre 42.000 tamponi è del 12%", ha sottolineato il governatore, tornando a chiedere - anche se indirettamente - il passaggio alla zona arancione, almeno.

I dati - ha evidenziato il presidente lombardo - sono il "risultato di sacrifici e responsabilità", che avvicinano "ad un allentamento delle misure. Teniamo alta la guardia. Sempre", ha concluso Fontana. 

La giunta regionale, quindi, continua a spingere per un passaggio a un grado di rischio inferiore - i livelli vengono stabiliti dal ministero della salute -, che porterebbe con sé una piccola diminuzione dei divieti in questo speciale "lockdown light". Nella stessa giornata anche l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, era parso abbastanza certo e aveva indicato sabato o lunedì come giornata decisiva. 

"I numeri sono buoni e già da questo sabato potremmo diventare zona arancione", aveva esultato il titolare del welfare a margine della conferenza stampa sul provvedimento per l'isolamento degli asintomatici Covid nelle Rsa. "Purtroppo il dato dei decessi sarà l'ultimo a migliorare - aveva ammesso -, ma tuttavia i numeri delle terapie intensive sono buoni e per questo siamo al lavoro per il cambio di colore della nostra regione. Potrebbe succedere già questo sabato, o al massimo lunedì", aveva ribadito. 

E nei giorni precedenti Fontana aveva fatto addirittura di più, pur invitando sempre alla cautela. "I dati del Covid in Lombardia sono sicuramente molto incoraggianti. Soprattutto in questi ultimi giorni c'è un costante, lento ma continuo miglioramento", aveva commentato lo scorso 24 novembre. I dati di oggi - aveva aggiunto - ci accrediterebbero addirittura in zona gialla, ma io non voglio precorrere i tempi. Quindi dal 27 potremo chiedere di entrare nella zona arancione. Da un punto di vista tecnico ci saremmo entrati da quindici giorni, ma il Dpcm pretende giustamente che bisogna confermare i dati per due settimane". E adesso sembra che il momento sia arrivato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento