Vaccini anti influenzali, l'ordine dei medici: "Mancano ancora, siamo preoccupati"

“È importante farli ma non ci deve essere una mitologia secondo cui questo protegga dal coronavirus”, ha detto Roberto Carlo Rossi presidente dell'Omceo

"È importante fare il vaccino influenzale ma non ci deve essere una mitologia secondo cui questo protegga dal coronavirus”. Queste le parole del preside dell'Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri di Milano, Roberto Carlo Rossi interrogato sull'utilità dei vaccini anti influenzali a margine della presentazione del libro sulla soria dell'Omceo.

Il presidente ha poi espresso apprensione per la mancanza dei vaccini, dicendosi preccupato: "Mi aspettavo che sarebbero arrivati prima degli altri anni. Nelle farmacie non si trovano, privatamente non si possono fare e le campagne antinfluenzali delle aziende inizieranno come gli scorsi anni. Per i prossimi mesi bisogna affidarsi ai medici di famiglia per avere le risposte più idonee per fronteggiare tutte le malattie che passeranno”.

Vaccini in ritardo

L'allarme per il ritardo nel lancio della campagna di vaccini contro l'influenza era già stato lanciato dall'ordine dei medici a metà luglio. Alla fine dello stesso mese, poi, il Partito democratico in regione aveva richiamato l'attenzione sullo stesso tema: "La Lombardia è in ritardo, rischiamo di non avere le dosi". Il Pirellone aveva poi assicurato che i vaccini ci sarebbero stati, e per tutti, da ottobre, ma al momento il rischio di un ritardo nell'avvio della campagna sembra quanto mai concreto.

"In Lombardia la campagna vaccinale partirà troppo tardi - avevano detto anche i dem regionali, per bocca della consigliera Carmela Rozza -, nonostante il ministero chiedesse di anticiparla a inizio ottobre per l’emergenza covid-19. Non solo la campagna inizierà a novembre, ma la stessa circolare dice che non è ancora noto alla Regione quando saranno consegnate le dosi di vaccino acquistate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento