Coronavirus, dal comune mascherine e guanti per i riders di Milano: "Sono i meno tutelati"

Il comune: "Mascherine per tutti i 3mila riders in città". Ecco come funziona la distribuzione

Il comune scende in campo al fianco dei riders, che continuano a lavorare anche in piena emergenza Coronavirus. Da martedì, infatti, palazzo Marino distribuirà gratuitamente i primi 1.000 kit sicurezza - 5 mascherine e 5 paia di guanti - a tutti i fattorini convocati a scaglioni per il ritiro.

L'obiettivo, fanno sapere dall'amministrazione, è "tutelare la salute dei rider che ogni giorno sono impegnati nelle consegne e contemporaneamente garantire la sicurezza dei ristoratori e dei milanesi che ordinano pasti pronti a domicilio".

L'operazione - si legge in una nota del comune - "è organizzata in ordine alfabetico con quantità giornaliere definite in accordo con le principali aziende di food delivery operanti in città. Ciò consentirà un'equa ripartizione dei rider nelle giornate di distribuzione previste: si inizia martedì dai rider con cognome compreso tra la lettera A alla lettera E per proseguire, con lo stesso sistema, F-J mercoledì 15, e K –Z nei giorni successivi fino ad aver raggiunto tutti i rider stimati in oltre 3.000 unità, indipendentemente dall'azienda per cui lavorano".

Il punto di ritiro è lo “Sportello lavoro" di Viale Gabriele d'Annunzio 15 con ingresso da via Arena, passo carraio, che resterà aperto dalle ore 9:30 alle ore 17.

Nei kit messi a disposizione da palazzo Marino, "oltre ai presidi utili per la propria sicurezza personale e di quella altrui, i rider troveranno anche un utile volantino informativo in italiano, inglese, spagnolo e francese con le principali indicazioni per affrontare l’emergenza Covid-19: come usare correttamente i dispositivi di protezione individuale, inviti ad evitare assembramenti durante le attese sia presso i ristoranti di ritiro sia nei luoghi di ritrovo, il rispetto delle distanze minime con gli operatori e i clienti finali, non toccarsi naso e bocca", spega il comune

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questa iniziativa – le parole l’assessora alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani – vogliamo tutelare sia la salute dei rider che, con il loro lavoro, garantiscono la continuità del servizio di food delivery, ma anche quella dei cittadini e dei ristoratori. Un’attenzione – prosegue l’assessora – che vogliamo riservare proprio a quei lavoratori poco tutelati da un punto di vista contrattuale, che non possono pagare anche un rischio sanitario maggiore di altre categorie di lavoratori attivi nonostante l’emergenza”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento