Coronavirus, i matrimoni e le unioni civili tornano a Palazzo Reale

Le prime celebrazioni il 18 settembre. Durante il lockdown cancellati 167 matrimoni e nove unioni civili

Foto Mianews

Tornano ad essere celebrati i matrimoni e le unioni civili a Palazzo Reale, a Milano. I primi sono stati celebrati venerdì 18 settembre, dopo un lungo stop: le celebrazioni erano sospese dall'8 marzo. Durante il lockdown sono stati cancellati in tutto 167 matrimoni e nove unioni civili. Il 7 maggio le celebrazioni erano riprese, ma in una sala degli uffici anagrafe di via Larga: finora ne sono stati celebrati 469.

Durante la cerimonia gli sposi possono abbassarsi la mascherina mentre gli invitati la devono mantenere indossata. All'ingresso di Palazzo Reale gli addetti misurano la temperatura e il gel disinfettante è disponibile prima di entrare in sala.

«Finalmente un altro pezzo di normalità. Oggi riapriamo Palazzo Reale, un piccolo segno della ripresa e piano piano speriamo vada tutto a posto. Vedere questo palazzo chiuso era un peso», ha commentato Roberta Cocco, assessora ai servizi civici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento