menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, chiama per avere farmaci a domicilio ma non è in casa: "Volevo vedere se funziona"

L'incredibile giustificazione di un residente di un Comune dell'hinterland di Milano

Incredibilie quanto avvenuto a Vimodrone, alle porte di Milano, in piena emergenza da Coronavirus. Come altrove, anche nel centro dell'hinterland è stato attivato - direttamente dal Comune - un servizio di consegna gratuita di farmaci (ma anche della spesa e dei pasti) porta a porta, destinato ai malati cronici e agli over 65. Un servizio indispensabile in un momento come questo, in cui è raccomandato a tutti di stare a casa ed è severamente vietato (anche per gli acquisti di prima necessità) per chi ha sintomi influenzali.

Ebbene, un cittadino di Vimodrone ha ordinato a domicilio alcuni farmaci ma non si è fatto trovare a casa al momento della consegna. E alla richiesta di spiegazioni (tra l'altro, si sottolinea che si può uscire di casa solo per esigenze di primaria necessità) ha candidamente risposto di aver solo voluto fare una verifica per vedere se il servizio funzionasse.

Irritato Enzo Gregoli, assessore alla salute e medico di base. «Purtroppo è capitato che il farmacista si è recato al domicilio per la consegna dei farmaci e non ha trovato nessuno. In qualche caso, ricontattata successivamente, la persona ha dichiarato di voler controllare se il servizio funzionava veramente. Faccio presente che qualora si verifichino ancora situazioni del genere, provvederemo alla denuncia all’autorità giudiziaria per interruzione di pubblico servizio».

Un'irritazione - e reazione - comprensibile. Il servizio è pensato per chi ne ha realmente bisogno. Non certo per fare perdere tempo al Comune, ai farmacisti, magari anche a chi non può uscire e attende di ricevere un medicinale per lui importante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Coronavirus

Lombardia zona gialla: cosa potrebbe riaprire dal 26 aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento