menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 1,5 milioni da Mediolanum al Sacco: ricerca e acquisto di attrezzature per l'emergenza

La sottoscrizione è partita il 4 marzo

Attrezzature come ecografi, caschi, microscopi. E investimenti per la ricerca. E' così che sono stati utilizzati i fondi raccolti da Banca Mediolanum per l'Ospedale Sacco di Milano. L'iniziativa è stata lanciata il 4 marzo e ha consentito di raccogliere un milione e mezzo di euro da privati, a cui si sono aggiunti i contributi donati direttamente dall'istituto di credito.

Una parte dei fondi è servita per acquistare immediatamente le attrezzature per la terapia intensiva e le malattie infettive: ecografi, saturimetri, caschi, monitori, microscopi, fonendoscopi, flussimetri ed elettrocardiogramma. Il resto dei fondi è stato invece destinato all'attività di ricerca, indispensabile per conoscere a fondo un virus nuovo durante l'emergenza. 

"Grazie a Mediolanum, una tra le prime realtà ad offrirci il proprio sostegno nella gestione dell'epidemia da Covid-19", ha commentato il direttore generale dell'Asst Fatebenefratelli Sacco, Alessandro Visconti: "Grazie al suo aiuto abbiamo avuto la possibilità di migliorare e ottimizzare, in tempi rapidi, l'attuale dotazione strutturale e impiantistica dei reparti ospedalieri al momento maggiormente esposti, consentendoci così di fronteggiare nel miglior modo l'emergenza".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento