Mercati e parchi, troppa ressa. La giunta di Milano: «No assembramenti, i vigili controlleranno»

Giro di vite sulle attività all'aperto con assembramenti. Dalla vice sindaco Scavuzzo l'avvertimento: «Rispettate sempre la distanza di un metro»

Mercato di via Cermenate l'11/3/2020 (Foto Alessandro Bramati)

Hanno fatto scalpore le fotografie e i video che mostravano, in questi giorni di drastici provvedimenti per fronteggiare l'epidemia di Coronavirus, le resse nei luoghi pubblici come i parchi e i mercati. Di fronte alle numerose sollecitazioni dai cittadini e dai Municipi milanesi, la vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo ha voluto fornire alcune rassicurazioni e spiegazioni.

Partiamo dai mercati all'aperto. Nella mattinata di mercoledì 11 marzo, Alessandro Bramati (presidente del Municipio 5) ha stigmatizzato la gestione di quello di via Cermenate: «Ho richiesto i controlli della polizia locale. Bisogna chiudere tutte queste attività e se non lo fa il Governo lo può fare il sindaco con un'ordinanza». Pronta la risposta di Scavuzzo a nome dell'amministrazione: «O si fanno ingressi contingentati, e vedremo come, oppure non si possono svolgere», ha commentato: «Lasciateci la giornata di oggi (mercoledì 11 marzo, n.d.r.) per fare recepire le indicazioni. Troppa gente non rispetta le distanze minime e c'è troppa ressa».

E poi, il fronte dei parchi e giardini pubblici. Sul punto era intervenuto ad esempio Simone Zambelli, presidente del Municipio 8: «Mi arrivano molte segnalazioni di parchi e giardini con file alle fontanelle, capannelli di persone che giocano a basket ecc. Per piacere non fatelo, seguite le indicazioni delle autorità sanitarie: l'attività motoria all'aperto è permessa, ma non in gruppo». Anche su questo ha voluto rispondere la vice sindaco: «L'accesso è consentito, sempre con la distanza minima», ha confermato: «Niente sport di gruppo e niente assembramenti. Lo diciamo anche a chi ha bisogno di far prendere aria ai bimbi, non create assembramenti». La polizia locale e le forze dell'ordine, ha promesso Scavuzzo, interverranno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parrucchieri con guanti e mascherine

Indicazioni anche per chi svolge professioni a stretto contatto con la clientela, in particolare barbieri, parrucchieri e centri estetici: «Possono lavorare - ha spiecificato la vice sindaco - ma solo su appuntamento e comunque garantendo la turnazione dei clienti con un rapporto uno a uno, così da evitare il contatto ravvicinato e la presenza nel locale di clienti in attesa. Il personale dovrà indossare idonei dispositivi di protezione individuale (guanti e mascherina)».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento