menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento dei carabinieri

L'intervento dei carabinieri

Parroco dice messa nonostante i divieti e cerca di mandare via i carabinieri

Avviene in Lombardia. A Piacenza un altro caso simile

Troppa gente al funerale e il parroco viene multato dai carabinieri. E' successo in Lombardia, a Soncino, nel Cremonese. Quando i militari dell'Arma sono entrati nella chiesa della frazione Gallignano, dove era in corso la messa di addio a una delle vittime del Covid-19, hanno trovato 13 persone: il don, sei assistenti (un diacono, un organista e i chierichetti) e tra i banchi, "ben distanziati, con tanto di mascherina e guanti com'è giusto che sia" precisa l'arciprete, altre sei persone. Il religioso, alla vista delle forze dell'ordine, è sembrato molto infastidito e ha più volte cercato di allontanare il carabiniere: "Sto facendo la messa, adesso non posso", ha detto mentre quest'ultimo gli porgeva una mascherina e lo invitava a far uscire la gente. Il tutto era in diretta Fb: la celebrazione era filmata.

I militari, applicando, la legge hanno contestato al religioso una violazione del DPCM in materia di emergenza sanitaria stilando un verbale da 280 euro. Dura la reazione di don Lino Viola: "È rispetto questo? Un carabiniere che interrompe una messa arrivando sull'altare? In una chiesa di 350 metri quadrati con dentro 13 persone sei delle quali piangono un defunto? Dove siamo, nella Russia sovietica? Per adesso non pago. Prima scriverò al prefetto perché le modalità usate dai carabinieri sono inaccettabili e si deve sapere. Tra l'altro c'è un filmato che documenta tutti i fatti sul web". Con i fedeli scossi, è stato allertato anche il sindaco.

"Don Lino ha detto che l’avevo autorizzato io, ma non è vero. Sarebbe stato sufficiente che facesse uscire i fedeli e avrebbe potuto continuare la celebrazione. Poi nel pomeriggio ci siamo già sentiti diverse volte: niente di rotto, tra noi c’è un buon rapporto, ma bastava che facesse uscire i fedeli e forse sarebbe andato tutto liscio", ha dichiarato il primo cittadino Gabriele Gallina.

E' il secondo caso in poche ore: a Piacenza, infatti, un altro parroco ha detto messa con una ventina di fedeli. Qui, addirittura, nell'omelia si sono invitate le persone "ad andare in chiesa" e a "non pagare le multe". Ancora, sono intervenute le forze dell'ordine su segnalazione dei residenti che hanno chiesto spiegazioni al religioso. La sua posizione è al vaglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento