rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Coronavirus

Come stanno andando i mezzi a Milano nel primo giorno di green pass obbligatorio

La situazione dei mezzi pubblici nel primo giorno di green pass obbligatorio per i lavoratori

Disagi contenuti e mezzi (quasi) regolari. La protesta dei lavoratori no green pass, per ora, non sfonda a Milano, dove il trasporto pubblico - metro, autobus, tram e treni - sta "tenendo". 

In Atm, che gestisce i mezzi sotto la Madonnina, mancano all'appello oltre 250 lavoratori, tutti sprovvisti del certificato verde da oggi necessario per presentarsi al lavoro. In superficie le corse sono state tagliate del 4% e al momento non si registrano altri problemi. Situazione fluida ma sotto controllo anche in metro, con le attese e la frequenza che sono rimaste pressocché uguali ai giorni "normali". Il piano di riorganizzazione di Atm sembra quindi aver fatto centro.

Non si segnalano disagi neanche per Trenord, con i convogli regionali in servizio su tutte le tratte senza particolari criticità. Nell'azienda ferroviaria non sono al lavoro più di 50 dipendenti, tra cui oltre 30 macchinisti e capitreno, ma i treni non stanno subendo ripercussioni.

Capitolo manifestazioni in città. A Milano non ci sono presidi preannunciati - tranne un appuntamento di Usb a Linate alle 15 - ma non è escluso che i no green pass diano comunque segnali di presenza. Nelle solite chat si "vocifera" di un potenziale corteo a piazza Fontana, luogo di ritrovo solito del sabato, e di proteste fuori dalla Statale e dal tribunale. Le forze dell'ordine, per evitare caos e disagi, hanno alzato il livello d'allerta e stanno presidiando tutti gli obiettivi sensibili. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come stanno andando i mezzi a Milano nel primo giorno di green pass obbligatorio

MilanoToday è in caricamento