Domenica, 24 Ottobre 2021
Coronavirus Piazzale Angelo Moratti

Luci a San Siro: al Meazza torna il pubblico, sugli spalti gli eroi lombardi anti coronavirus

Regalo del Milan al personale sanitario lombardo. E si rivedono sprazzi di normalità

Dalle corsie al primo anello. Dalle tutone di protezione alla sciarpa rossonera. Dal sudore per la fatica estenuante alla gioia per un gol. Si sono riaccese lunedì sera le luci a San Siro, che per la prima volta dopo l'emergenza coronavirus ha riaccolto sugli spalti mille persone, donando un primo - bello, importante - sprazzo di nuova normalità anche al mondo del calcio, tra applausi ed esultanze alle reti.

Ad assistere a Milan-Bologna, vinta 2-0 dal Diavolo con doppietta di Ibra, per scelta dello stesso Milan ci sono stati ospiti decisamente speciali. "Tra i circa mille appassionati presenti" al Meazza, come aveva annunciato la società, c'è stata "una rappresentanza dei medici e del personale sanitario di diverse strutture mediche lombarde, come segno di gratitudine per chi ha lottato e continua a impegnarsi in prima persona nel contrasto alla diffusione del Covid e nella cura dei contagiati".

A fare gli onori di casa è stato l'assessore al welfare di regione Lombardia, Giulio Gallera, che ha personalmente accompagnato gli eroi anti coronavirus, facendo "da guida" a medici e infermieri dentro il Meazza e immortalando il momento con alcune fotografie poi postate sui social. 

"Prima partita di campionato, in un clima surreale ma ugualmente emozionante ho accompagnato gli uomini di Areu, l’agenzia regionale di emergenza e urgenza, gentilmente invitati dal Milan", ha raccontato l'esponente del Pirellone in una serata a suo modo storica. Una serata in cui le luci di San Siro si sono riaccese e hanno illuminato gli eroi anti covid sugli spalti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luci a San Siro: al Meazza torna il pubblico, sugli spalti gli eroi lombardi anti coronavirus

MilanoToday è in caricamento