menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Coronavirus, Fabrizio Sala: "I lombardi si spostano troppo, movimenti saliti al 40%"

Il vicepresidente della Regione si è detto allarmato per questo dato, annunciato maggiori controlli

I lombardi si stanno muovendo sempre di più nonostante l'emergenza coronavirus non sia ancora finita. A dirlo ai microfoni di Sky Tg24 è Fabrizio Sala, vicepresidente della Regione, che ha sottolineato come in Lombardia negli ultimi giorni si sia visto un rallentamento dell’aumento dei contagi da coronavirus, ipotizzando che proprio questo abbia indotto i cittadini a spostarsi di più.

grafico spostamenti (Il grafico degli spostamenti della Regione)

"Siamo arrivati al 40% di spostamenti - ha affermato Sala - un dato molto alto, oltre il 10% in più rispetto a martedì di settimana scorsa. Siamo partiti male questa settimana, con il 38% di lunedì e il 40% di ieri". Secondo il vicepresidente questo dato è allarmante, tanto che la Regione ha deciso di monitorare i dati provinciali e metterli a disposizione dei prefetti perché siano aumentati i controlli. Le verifiche delle forze dell'ordine, ha precisato Sala, saranno particolarmente intense "in vista del ponte pasquale".

Il trend è in aumento da qualche giorno e se è vero che alcune aziende hanno ricominciato a lavorare, restano alcuni picchi in fasce orarie anomale come ha evidenziato lo stesso vicepresidente Sala: "Gli spostamenti sono giustificati negli orari lavorativi, ma resta da capire come mai alle 23 il flusso dei movimenti aumenti così tanto rispetto alle 22. Anche attorno alle 16 c'è un aumento della mobilità e voglio ribadire con forza la necessità di restare in casa, evitando passeggiate o giri in bicicletta".

"Le vacanze di Pasqua si fanno a casa - ha aggiunto il vicepresidente lombardo -. Le misure vanno rispettate, si rischia nuovo aumento dei contagi fra dieci giorni. Più stiamo a casa, prima usciremo da questa crisi anche a livello economico, se no non ci riprenderemo più". Sala ha infine confermato la riapertura di alcuni cantieri essenziali a Milano, come già anticipato dal Comune, sempre a patto che vengano rispettate le misure di sicurezza. Tra i lavori che ripartiranno quelli per la costruzione della linea metropolitana M4, che vedrà impegnati oltre 200 operai.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Da oggi la Lombardia è in zona arancione

  • Meteo

    Allerta meteo per piogge e vento forte a Milano

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento