Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Coronavirus

Coronavirus, a Milano tornano le multe: si riaccendono le telecamere nelle preferenziali

C'è l'ordinanza del sindaco. Granelli: "Fondamentale proteggere il trasporto pubblico"

Largo agli autobus e alle filovie. Stop alle auto. Da lunedì 18 maggio, per decisione del sindaco di Milano, Beppe Sala, in città tornano attive le telecamere che controllano gli accessi alle corsie preferenziali. 

Gli occhi elettronici erano stati spenti lo scorso 30 aprile, con l'ordinanza numero 21, per favore la mobilità in piena emergenza Coronavirus. Con i mezzi pubblici ridotti e molte attività forme, da palazzo Marino avevano infatti deciso di bloccare anche le multe, lasciando libero accesso alle preferenziali. 

Con l'avvio della fase 2 lo scorso 4 maggio, mette nero su bianco il sindaco, si è registrato "un incremento del 39% del traffico e "un ulteriore incremento" potrebbe arrivare con le "nuove aperture dal 18 maggio", quando in Lombardia potrebbero riaccendere i motori altre attività. Per questo, quindi, da lunedì le preferenziali tornano a essere bandite e tutti i trasgressori saranno multati nuovamente. 

“Ci aspettiamo - ha dichiarato Marco Granelli, assessore alla Mobilità - che a partire da lunedì, con le nuove aperture che saranno definite nei prossimi giorni dal Governo e dalla Regione, vi sia un nuovo incremento di traffico. Per noi è importante dare sempre la priorità al trasporto pubblico anche in considerazione della ridotta capacità di trasportare persone per le misure di contenimento. Vogliamo che bus e tram possano circolare in modo fluido e per questo tornano in vigore tutte le misure che regolamentano la circolazione nelle corsie riservate”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Milano tornano le multe: si riaccendono le telecamere nelle preferenziali

MilanoToday è in caricamento