Fase 2, a Milano dal 19 maggio riaprono i musei

Ad annunciarlo l'assessore alla cultura di Milano, Filippo Del Corno

Fase 2 anche per la cultura a Milano, dove da martedì 19 maggio 2020 verranno riaperti in via sperimentale, per quattro settimane, i musei civici. Ad annunciarlo in Commissione cultura-turismo l’assessore Filippo Del Corno e il direttore cultura Marco Minoja.

Le modalità di riapertura

In particolare, martedì 19, mercoledì 20 e giovedì 21 maggio è prevista la riapertura di Musei del Castello Sforzesco, del Museo di Storia Naturale, della Galleria d’Arte Moderna (Gam), dell'Acquario Civico e della Casa Museo Boschi-Di Stefano. Invece, venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 maggio a riaprire i battenti saranno il Museo del Novecento, il Museo Civico Archeologico, Palazzo Morando e il Mudec.

Dal 26 maggio al 21 giugno, poi, l'agenda delle aperture si stabilizzerà confermando la consueta chiusura del lunedì; l'apertura di Gam, Museo di Storia Naturale, del Museo del Risorgimento e Acquario il martedì; dei Musei del Castello Sforzesco, di Casa Boschi-Di Stefano e dello Studio Museo Francesco Messina il giovedì; dei Musei del Castello Sforzesco, Casa Boschi-Di Stefano, Studio Museo Francesco Messina e Mudec il venerdì; e del Museo del Novecento,  Palazzo Morando, Museo Archeologico e Mudec di sabato e di domenica.

Come si potrà accedere ai musei e alle mostre

Per accedere a tutti i musei civici è prevista la prenotazione sulla piattaforma realizzata ad hoc dal concessionario per i servizi di biglietteria, con l’indicazione della fascia oraria di preferenza e l’acquisto del biglietto online. La prenotazione è necessaria anche per i musei a ingresso gratuito. Mentre gli orari di apertura dei musei sono ancora allo studio.

Per quanto riguarda le sedi espositive, Palazzo Reale riaprirà le sue sale al pubblico a partire dal 28 maggio, dal giovedì alla domenica, con orari che saranno comunicati prossimamente. Riapriranno quindi la mostra dedicata a Georges de la Tour (fino al 27 settembre), Tuthankamon. Viaggio oltre le tenebre (fino al 30 agosto) e Roberto Cotroneo. Genius Loci (fino al 26 luglio). Anche per le mostre, gli ingressi saranno contingentati in base alla capienza delle sale con prenotazione obbligatoria per fasce orarie e acquisto dei biglietti online.

Il Pac, Padiglione d’Arte Contemporanea ha già riprogrammato il calendario espositivo spostando a ottobre l’inaugurazione della personale di Tania Bruguera, uno degli highlights del palinsesto I talenti delle donne, e durante tutta l’estate, a partire dal 25 giugno, proporrà una nuova versione di Performing Pac. Made of Sound, che racconterà l’interazione tra arte contemporanea e musica.

Riapertura delle biblioteche

Anche l’Area Biblioteche si appresta alla riapertura, il prossimo 18 maggio, della Biblioteca Sormani e di un primo contingente di rionali, con la riattivazione su prenotazione del servizio di prestito delle prenotazioni effettuate a marzo e la restituzione dei prestiti in corso. Le biblioteche interessate a questa prima fase resteranno aperte da martedì a sabato con orario ridotto. Se il quadro sanitario e giuridico di riferimento sarà confermato, dal 1° al 13 giugno si apriranno progressivamente altre rionali e sarà regolamentato l’accesso contingentato del pubblico alle aree a scaffale aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Accoglieremo proposte, suggerimenti e richieste che arriveranno dai visitatori o da altri soggetti e istituzioni culturali, e utilizzeremo gli spazi dei musei nei giorni di chiusura per attività didattiche e progetti dedicati ai bambini, da vivere in sicurezza. Intendiamo cogliere questa opportunità di sperimentazione – ha spiegato l’assessore Del Corno – anche per offrire una prospettiva nuova sulla modalità di fruizione delle collezioni museali, lontana da criteri di valutazione basati sui numeri e più vicina al valore della scoperta o della rilettura più intima e consapevole delle opere: un nuovo approccio che può essere fattore di crescita personale e collettivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento