Coronavirus

È il giorno del monitoraggio covid: oggi i cambi di colore, come sta la Lombardia

Oggi l'Iss pubblica il report con il monitoraggio sull'epidemia. Lombardia tranquilla

È il giorno della verità. Oggi, venerdì 2 luglio, come ogni venerdì da tempo, l'istituto superiore di sanità pubblicherà il monitoraggio settimanale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus in Italia, i cui dati poi guideranno il ministero della salute nella scelta delle varie fasce di rischio per le regioni italiane, ormai tutte in zona bianca.

La Lombardia arriva all'appuntamento tranquilla: zona bianca è e zona bianca sarà. Milano e le altre città, infatti, resteranno nella fascia di rischio che cancella praticamente tutte le restrizioni. Nonostante le aperture delle ultime settimane - soprattutto dal 14 giugno, giorno del passaggio in bianco - la regione ha "tenuto" bene e i dati sanitari non sono peggiorati. Anzi. 

I numeri che arrivano nei bollettini quotidiani del Pirellone e del ministero della salute lo confermano. Il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi è costantemente sotto l'1%, i reparti ordinari si svuotano e le terapie intensive finalmente respirano. Giovedì, per la prima volta da tempo, nelle terapie intensive lombarde erano infatti ricoverati meno di 50 pazienti, un traguardo celebrato anche dal governatore Attilio Fontana, che ha parlato di una "notizia significativa e importante". "Avanti così con prudenza e ottimismo. I numeri ci stanno dando ragione, le vaccinazioni e i comportamenti virtuosi producono i risultati sperati. Grazie a tutti", le parole del governatore. 

E in effetti anche la campagna vaccinale, nonostante qualche difficoltà nell'approvvigionamento delle dosi, prosegue spedita e senza intoppi. Un passaggio fondamentale anche per proteggere la popolazione dalle varianti del covid, quella Delta su tutte, che potrebbero portare a nuove restrizioni

Sul tema, sempre nella giornata di giovedì, è intervenuta l'assessore al welfare, Letizia Moratti, che ha garantito come i sieri anti covid siano in grado di proteggere anche dalle mutazioni del virus. “Tutte le varianti covid sono coperte efficacemente dopo il completamento del ciclo vaccinale", hanno annunciato dal Pirellone in una nota. “Nel complesso la situazione appare sotto controllo, soprattutto grazie alla totale genotipizzazione dei tamponi positivi operata da regione Lombardia, che permette una mappatura in tempo reale della diffusione del contagio e delle sue varianti", hanno sottolineato dalla giunta fotografando la situazione. 

Quindi, il passaggio fondamentale: "In media per tutte le varianti identificate, l’87,2% degli infettati non risultava vaccinato. Era vaccinato con prima dose per l’8,1% e vaccinato dopo ciclo completo per il 4,7%", hanno chiarito. È evidente, quindi, come il vaccino faccia praticamente crollare le possibilità di contagio, anche con le varianti. 

E tenere sotto controllo i contagi è fondamentale per restare in zona bianca. Con il monitoraggio di oggi e con i prossimi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È il giorno del monitoraggio covid: oggi i cambi di colore, come sta la Lombardia

MilanoToday è in caricamento