rotate-mobile
Coronavirus

Crema, tornano le tende fuori dall'ospedale: sale d'attesa per tamponi e vaccini

Serviranno anche per chi deve recarsi al pronto soccorso

La provincia di Cremona è stata una delle più colpite dalla prima epidemia di coronavirus in Italia. I numeri dei contagi in Lombardia sono ora meno preoccupanti, ma gli ospedali si organizzano anche per i tamponi da effettuare, che sono molto più numerosi di qualche mese fa.

Così l'ospedale di Crema, punto di riferimento anche di numerosi residenti in città metropolitana di Milano, che ha annunciato di aprire da lunedì 5 ottobre, una dopo l'altra, quattro strutture a tenda, dotate di riscaldamento e posti a sedere, che diventeranno sale d'attesa per chi si reca al pronto soccorso ma anche per chi deve sottoporsi al vaccino anti influenzale o al tampne del covid.

L'ospedale ha anche assunto cinque specializzandi in pneumologia per attivare un servizio di assistenza a domicilio per i pazienti covid fuori dalla fase acuta ma non ancora guariti. Con le quattro tende il nosocomio cremasco vuole farsi trovare preparato sia per accogliere, offrendo un ambiente riscaldato, le persone che effettuano tamponi e vaccini, che saranno presumibilmente numerose, sia per chi si reca al pronto soccorso.   

Durante l'emergenza covid, in primavera, presso l'ospedale cremasco era stato allestito un ospedale da campo con personale dell'esercito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crema, tornano le tende fuori dall'ospedale: sale d'attesa per tamponi e vaccini

MilanoToday è in caricamento