Coronavirus, la Fiera potrebbe trasformarsi in ospedale. Fontana: "Ci sono le condizioni"

All'interno di un padiglione sono state costruiti due prototipi. Ecco tutti i dettagli

Gli spazi in cui potrebbe sorgere l'ospedale (foto Matteo Bazzi/Ansa)

Per ora ci sono solo due prototipi: uno per la terapia intensiva, l'altro per gli spogliatoi. Ma l'obiettivo è quello di trasformare gli spazi della Fiera di MilanoCity in un mega ospedale di 25mila metri quadrati. Un nosocomio per affrontare l'emergenza Coronavirus in Lombardia e garantire 400 posti letto di terapia intensiva. Il fatto è stato reso noto nel tardo pomeriggio di lunedì 16 marzo dal governatore lombardo Attilio Fontana al termine del sopralluogo presso i padiglioni dell'ex polo espositivo nel cuore di Milano.

"Questo è il sito dove si dovranno realizzare i 400 letti di terapia intensiva — ha dichiarato Fontana —. Prima di venire qui ho avuto un incontro con il dottor Bertolaso e con i suoi tecnici e abbiamo iniziato ad affrontare anche da un punto di vista tecnico il problema. C'è la massima disponibilità da parte di tutti di collaborare per realizzare questa struttura, credo che ci siano le condizioni per arrivare a una soluzione positiva ma soprattutto rapida perché evidentemente le necessità sono sempre più impellenti e pressanti".

La struttura potrebbe "essere una straordinaria boccata di ossigeno nella corsa per trovare letti di terapia intensiva — ha aggiunto l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera —. Siamo molto fiduciosi, reggeremo finché non sarà pronto questo luogo".

"Questo ospedale sarà un punto di riferimento per tutto il resto del nostro paese se dovesse succedere, ma speriamo di no, che il virus si diffonda nelle altre regioni — ha puntualizzato Fontana —. Sarà un punto di riferimento di grandissima importanza".

Come sarà l'ospedale all'interno della Fiera

Il nosocomio all'interno del padiglione della Fiera verrà costruito utilizzando dei moduli prefabbricati in cui verranno installate le apparecchiature. 

La spesa per l'allestimento, "è di circa 10milioni di euro", ha sottolineato il presidente di Fondazione Fiera Enrico Pezzali, a cui di devono aggiungere le apparecchiature elettroniche per cui la Regione ha fatto una call internazionale. "Stiamo ragionando e interloquendo con aziende italiane e straniere su chi può essere utile per realizzare questa struttura" ha spiegato ancora il governatore lombardo, aggiungendo che i "privati sono pronti a coprire quasi tutta spesa per l'ospedale".

Per il momento non è ancora chiaro quando il nosocomio verrà costruito: "Vediamo domani cosa ci dirà la Protezione civile — ha puntualizzato Fontana —. Siamo sempre in collaborazione con loro e se alcuni problemi li risolveranno ne saremo molto contenti. Noi partiamo comunque, speriamo che la Protezione civile possa darci un aiuto ma tentiamo di cavarcela". 

Bertolaso: "Credo sia mio dovere contribuire a risolvere questa drammatica situazione"

"Sono italiano, sono orgoglioso di essere italiano, ho lavorato tutta la mia vita per il mio Paese, ho combattuto all'estero quando sentivo qualcuno che criticava l'Italia e ho fatto di tutto per rendere la migliore immagine del mio paese. Credo che sia mio dovere come cittadino italiano contribuire a risolvere questa drammatica situazione". Lo ha detto in un video Guido Bertolaso, nominato dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, consulente personale per l'allestimento di un ospedale a Fiera Milano nell'emergenza coronavirus

La situazione coronavirus a Milano: i dati di lunedì 16 marzo

Continua a estendersi l'ombra del Coronavirus a Milano. Ma negli ultimi giorni sembra che la linea dei contagi si sia inclinata leggermente verso il basso in tutta la Lombardia. Secondo l'ultimo bollettino reso noto alle 15.30 di lunedì 16 marzo dall'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, all'ombra della Madonnina ci sono 813 persone positive (42 in più rispetto a domenica). In tutta la Regione i casi totali sono 14.649 (aumento di 1.377): praticamente il 10,4% in più, un aumento più lieve rispetto a lunedì 9 marzo quando ci fu un boom del 25,7%.

I decessi in tutta la Regione sono arrivati a 1.420 (202 in più rispetto a domenica). Aumentano anche le persone ricoverate in terapia intensiva: attualmente sono 823.

I contagi da Coronavirus nelle province lombarde

Nella giornata di lunedì 16 marzo la provincia di Milano è diventata la terza con il maggior numero di contagi. Di seguito la situazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

Torna su
MilanoToday è in caricamento