menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Fontana: "Bisogna prepararsi se il coronavirus tornerà a ottobre"

Lo ha detto il governatore rivendicando "La nostra sanità non è una delle migliori, è la migliore d'Italia"

"Ci sono scienziati che ci dicono che, essendo un virus che ha attinenza con l'influenza, c'è il rischio che alla ripresa del virus influenzale in ottobre e novembre ci possa essere anche una ripresa del coronavirus. Quindi bisogna prepararsi". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, su Radio Padania nella giornata di giovedì 2 aprile.

"Noi ci siamo preparati — ha aggiunto — la nostra risposta finora è stata una risposta alla drammatica emergenza improvvisa. La nostra sanità ha dovuto affrontare uno tsunami, è partito tutto con una violenza mai vista .La nostra sanità non è una delle migliori, è la migliore. Se quello che è successo nella nostra regione fosse successo altrove non so come sarebbe finita. Io mi posso solo dire orgoglioso", ha poi rivendicato il governatore.

Coronavirus: la situazione in Lombardia

Il virus arrivato dalla Cina — stando ai dati divulgati mercoledì — a Milano ha contagiato 3.815 persone, ma se si allarga l'orizzonte alla Città Metropolitana emerge che le persone infette sono 9.522. E proprio la provincia di Milano è quella più colpita (in termini assoluti) dall'epidemia.

In tutta la Regione i casi sono 44.773 e nella sola giornata di mercoledì sono aumentati di 1.565 unità. Le persone ricoverate sono cresciute arrivando a 13.269 (+62), crescono anche le persone che hanno bisogno della terapia intensiva: sono 1342 e sono aumentate di 18 unità in 24 ore. Il virus, inoltre, ha ucciso altre 394 persone in una sola giornata. Il totale dei decessi ora sfiora quasi quota 7.600 (7.593).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    A Milano la situazione resta grave ma si pensa alla zona gialla

  • Coronavirus

    Vaccini in Lombardia: arrivano oggi 27mila dosi di Astrazeneca

  • Coronavirus

    «Fermare le vaccinazioni è un errore che farà molti morti», ha detto Galli

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento