menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 17mila persone controllate: 2 positivi trovati in giro, altri 579 multati

Il bilancio dei controlli effettuati giovedì nell'area metropolitana di Milano. Tutti i dati

Continua la caccia ai disubbidienti. Nella giornata di giovedì 9 aprile, le forze dell'ordine hanno controllato 16.937 persone nell'area metropolitana di Milano per verificare che tutte avessero "validi motivi" per uscire dalle proprie abitazioni. 

Il numero dei "furbetti" resta ancora alto: stando a quanto riferito dalla Prefettura meneghina in una nota, 579 tra i controllati sono infatti stati multati - la sanzione parte da 400 euro - per "il mancato rispetto delle disposizioni sugli spostamenti per il contenimento del contagio per l'emergenza coronavirus". 

Una persona è stata denunciata per falsa attestazione - per aver mentito alle forze dell'ordine sul motivo della sua uscita - e altre due sono invece state denunciate perché positive e trovate in giro nonostante dovessero essere in quarantena. 

Sempre giovedì sono stati controllati "4.342 esercizi commerciali": otto titolari sono stati denunciati "per mancato rispetto delle le misure di contenimento del coronavirus".

Maxi controlli per i ponti 

Che l'attenzione sia altissima sul tema controlli e sul rischio di una possibile nuove escalation dei contagi lo conferma una circolare del Viminale che rafforza in maniera ferrea i controlli per Pasqua e per i ponti del 25 aprile e del 1 maggio. 

"È del tutto evidente - scrive il capo di gabinetto del ministro Matteo Piantedosi - che, nell'attuale contesto non sarà possibile per la popolazione effettuare i consueti trasferimenti verso località a richiamo turistico" e dunque è necessario "dedicare la massima attenzione nella predisposizione di mirati piani di rafforzamento della vigilanza e del controllo" sia all'interno dei comuni sia tra località diverse, "compreso il divieto di recarsi nelle seconde case utilizzate per le vacanze".

Per questo le forze dell'ordine controlleranno i principali viali di Milano, ma anche gli accessi alle autostrade e alle tangenziali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia zona gialla: cosa potrebbe riaprire dal 26 aprile

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento