"Il covid ha ucciso socialità e istruzione": la protesta delle bare dei liceali milanesi

L'iniziativa è stata indetta da Rete Studenti Milano

Foto Ig/retestudentimilano

"Stamattina abbiamo portato alcune bare all’entrata delle scuole, per simboleggiare l’uccisione di socialità, istruzione critica e confronto da parte delle riforme degli ultimi due decenni culminanti con le recenti disposizioni emergenziali". È quanto scrive Rete Studenti Milano a proposito della protesta dei liceali andata in scena mercoledì 23 settembre.

"Invitiamo tutte le studentesse e tutti gli studenti al corteo di venerdì", continua il principale collettivo delle scuole superiori che nei giorni scorsi, quando gli istituiti avevano appena riaperto aveva appeso striscioni per mettere in luce il disagio associato ad alcune norme anti covid.

Mercoledì mattina davanti ad alcune scuole superiori di Milano, tra cui l'Istituto tecnico commerciale e per geometri C. Cattaneo di piazza Vetra, sono comparse invece alcune bare di cartone. Venerdì 25 settembre Rete Studenti ha proclamato una mobilitazione. Il corteo in programma partirà alle 9:30 da largo Cairoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento