menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Basta malasanità": gli eroi del Coronavirus ora scendono in piazza, protesta al Pirellone

Mercoledì 10 protesta degli infermieri sotto il Pirellone organizzata da Nursind. I motivi

Amministratori nazionali e regionali per mesi li hanno chiamati eroi. Gli hanno giurato che senza di loro sarebbe stato tutto tremendamente più difficile durante la fase più drammatica dell'emergenza Coronavirus. Gli hanno promesso che le cose sarebbero cambiate e presto. Adesso, però, quegli stessi eroi si sono stancati. Sono stufi proprio di passare per eroi, perché quello che fanno - dicono - è il loro lavoro ed è quello che vorrebbero venisse loro riconosciuto. 

Mercoledì 10 giugno gli infermieri lombardi scendono in piazza a Milano per un flash mob organizzato da NurSind, il sindacato delle professioni infermieristiche, che nei giorni scorsi ha già messo in piedi manifestazioni simili in giro per l'Italia, da Torino a Firenze passando per Ancona e che ha in programma un calendario fitto di eventi. 

L'appuntamento sotto la Madonnina è alle ore 10 in piazza Duca d'Aosta, con i camici bianchi che si ritroveranno - e non è un caso - proprio davanti al Pirellone. Poche e semplici, ma chiarissime, le loro rivendicazioni, riassunte nel manifesto che annuncia la mobilitazione.

"Nusind Lombardia porta in piazza gli infermieri - si legge - per la difesa dei nostri diritti, per il riscatto della protessione, per una contrattazione separata" e per "dire basta alla malasanità". Il flash mob sarà poi anche l'occasione per "onorare i nostri defunti", quei tanti "eroi" che sono caduti combattendo contro il virus, facendo il loro lavoro. 

Foto - Il manifesto 

flash mob infermieri-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento