menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La manifestazione - Foto Ansa

La manifestazione - Foto Ansa

In silenzio per i morti e per gli imprenditori: mascherine tricolori (e CasaPound) in piazza

La manifestazione a Milano delle mascherine tricolori. Con loro anche CasaPound

Mascherine con la bandiera italiana sul volto, braccia conserte e distanza di almeno un metro e mezzo. Sabato mattina in piazza 25 aprile si è tenuta la manifestazione organizzata dalle "mascherine tricolori", un gruppo spontaneo nato su Facebook durante l'emergenza Coronavirus che già nelle scorse settimane era sceso in strada per protestare contro il governo Conte. 

I manifestanti, una sessantina, si sono ritrovati per dire basta a quella che - così hanno scritto nell'annuncio dell'evento - "continua a rivelarsi una presa in giro nei confronti degli Italiani, con soldi che ancora non arrivano e regolamenti assurdi e confusi per chi prova a ripartire" nella fase 2. 

In piazza sabato mattina c'era anche alcuni ristoratori e medici che hanno chiesto all'esecutivo "risposte chiare e interventi precisi" per aiutare il mondo del commercio in grave difficoltà per via dell'emergenza Covid. Al grido di "la mascherina non è un bavaglio" - questo è il motto del gruppo -, le donne e gli uomini presenti hanno cantato l'inno d'Italia e hanno poi osservato un minuto di silenzio per "vittime del virus", non solo chi ha perso la vita ma anche gli imprenditori colpiti economicamente dall'emergenza. 

Tra le "mascherine tricolori" erano presenti anche esponenti di CasaPound, come l'editore di Altaforte, Francesco Polacchi, e la coordinatrice milanese del movimento di estrema destra, Angela De Rosa. "Se il tessuto economico e produttivo fallisce, falliamo tutti. Anche oggi con le Mascherine Tricolori Milano - ha scritto lei stessa su Facebook -. Siamo gli italiani che non si arrendono a veder fallire la nostra Nazione. Viva l’Italia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento