menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In piazza con le calcolatrici, protesta contro la giunta Fontana: "Ora basta, andate a casa"

La protesta prevista per lunedì pomeriggio organizzata dalle forze di opposizione

L'ultima goccia, quella che ha fatto traboccare il vaso. Lunedì 25 gennaio, alle 18, le opposizioni scendono in piazza per protestare contro la giunta regionale, guidata dal governatore Attilio Fontana. Il "grido di battaglia" scelto è "ora basta, i vostri fallimenti non si contano più". La manifestazione - organizzata da 32 sigle, tra cui Pd, Verdi, Psi, Sentinelli - è nata dopo che la Lombardia ha trascorso una settimana in zona rossa, con relativi divieti e restrizioni, per un errore nei dati, la cui colpa non è ancora chiara al 100%. 

Istituto superiore di sanità e ministero della Salute hanno sin da subito precisato nei loro report e nei loro documenti che lo sbaglio è stato fatto proprio dalla regione - che lo avrebbe poi rettificato in un secondo momento, il 20 gennaio - mentre la giunta, in una conferenza dai contenuti decisamente aspri, ci ha tenuto a sottolineare che dalla Lombardia non è stato mai cambiato nessun dato e che l'errore era invece stato fatto a Roma, salvo poi ammettere - per bocca dello stesso Fontana - che "probabilmente non è colpa di nessuno". 

Dati dati sbagliati alla rettifica (per Iss): cronistoria del disastro

La spiegazione, però, non deve aver convinto i rivali politici, che hanno deciso di scendere in piazza. "Regione Lombardia ha fallito sui vaccini anti influenzali, sul tracciamento, sulla gestione dei vaccini anti Covid. Adesso ha pure sbagliato a fare i calcoli. Ha fornito dati sbagliati all'Istituto Superiore di Sanità, includendo fra i positivi anche i guariti", si legge nell'annuncio della mobilitazione, che richiama proprio il caso zona rossa, affidandosi alla ricostruzione ufficiale arrivata da Roma.

"Una volta che si sono accorti dell'errore hanno chiesto la rettifica, mentre parlavamo di punizione dando la colpa della zona rossa al governo. Solo una cosa può fare, adesso, la giunta Fontana: andare a casa", proseguono gli organizzatori della manifestazione, che si terrà proprio sotto il Pirellone. 

"Se scendi in piazza vieni dotato di mascherina, bandiere, cartelli e calcolatrice. Manifesteremo nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e con il distanziamento previsto per questo ci saranno posti limitati", sottolineano. "Ma puoi fare la tua parte anche in maniera virtuale: pubblica una foto con una calcolatrice e un foglio che riporta l'#orabasta. Un gesto simbolico per esprimere il nostro dissenso in una grande piazza digitale", concludono i promotori dell'iniziativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento